Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

COME FARE LO STRUCCANTE OCCHI

In poche mosse ecco pronto uno struccante del tutto naturale, che si può fare ogni due o tre settimane, efficace per la pulizia e la cura della pelle e del contorno occhi

Struccante occhi, sì ma delicato!

Struccare gli occhi non è semplice, soprattutto se si usano prodotti per il maquillage come mascara waterproof, eyeliner o matite colorate. Il contorno occhi è una zona per altro molto delicata, che non va fregata o strofinata, in quanto la pelle si potrebbe danneggiare. Vediamo allora come è facile destreggiarsi tra la cosmesi naturale e preparare da sé un ottimo prodotto che vada dritto allo scopo. Ecco appunto come fare, in modo semplice e veloce, un comodo ed efficace struccante naturale per occhi bifasico. La versione qui riportata è quella composta da due parti, olio e parte acquosa. Si può realizzare anche una composizione solo oleosa, se si preferisce.

 

La scelta e la pulizia del contenitore

Per prima cosa è importante scegliere accuratamente la confezione. Bisogna procurarsi un vecchio contenitore, una boccettina in vetro di uno sciroppo per esempio sarebbe l’ideale, anche perché si può previamente sterilizzare facendolo bollire per circa 30 secondi in acqua. Altrimenti si può usare un contenitore di plastica. Qui andrà riposto lo struccante, per cui va in ogni caso lavato per bene, lasciato asciugare all’aria accuratamente.

 

LEGGI ANCHE ESERCIZI E CREME FAI DA TE PER IL CONTORNO OCCHI

 

Come l'acqua con l'olio...

Successivamente si procede con la preparazione della parte acquosa dello struccante per occhi bifasico. Come base si utilizza dell’acqua di rose o dell’idrolato di rose, meglio ancora se biologica, che si può trovare in tutte le erboristerie, nei negozi bio o specializzati. Oppure se si preferisce si può preparare un infuso di fiori di camomilla, oltre alla delicatezza di aggiunge l'azione decongestionante della pianta.

Ora la parte oleosa. Bisogna riempire l’altra metà del flacone con dell’olio di mandorle dolci o di jojoba: anche in questo caso è meglio utilizzare un olio di qualità, meglio se cosmetico biologico, certificato e proveniente da agricoltura che non fa uso di pesticidi, non contenente sostanze chimiche come petrolati o paraffine.

Se si preferisce realizzare un prodotto solo oleoso ecco che si possono utilizzare combinazioni di vari oli, per esempio una parte di olio di vinaccioli e una metà di olio di ricino. Si possono ottenere densità differenti, a seconda del tipo di pelle, sostituendo l’olio extra vergine di oliva con l’olio di ricino e l’olio jojoba o di mandorle dolci all’olio di vinaccioli.

Lo struccante naturale così realizzato è pronto, basta chiudere il tappo e agitare sempre il prodotto prima dell’uso. Si conserva così per due settimane, altrimenti si può riporre in frigorifero per una maggiore durata. Basta poi una goccia di prodotto su un dischetto di ovatta o su una spugnetta appena inumidita, una passata delicata sugli occhi e il gioco è fatto. Successivamente si può tamponare tutto il viso con un prodotto delicato e rinfrescante come un tonico naturale.

Curiosità: l’olio di ricino nutre in profondità ciglia e sopracciglia, quindi uno struccante composto anche con una parte di questo olio svolge una doppia e importante funzione!

 

Scopri anche i rimedi omeopatici per la cura degli occhi

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: