Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

5 CERE VEGETALI E I LORO USI COSMETICI

5 cere vegetali per sostituire la cera d'api nella cosmesi fai da te. Ecco 5 usi per la bellezza e la cura del corpo

Le cere vegetali vengono estratte da fiori e altre parti di alcune piante e possono essere utilizzate in cosmesi associate o in alternativa alla più conosciuta cera d'api per realizzare stick per le labbra, rossetti, candele da massaggio, burri idratanti e creme.

Per poter sostituire alla cera d'api una cera vegetale, occorre tenere conto di alcune caratteristiche di quest'ultima, tra cui il punto di fusione e il potere filmogeno: come riferimento, bisogna avere presente che la cera d'api ha un punto di fusione compreso tra i 61 e i 66°C e un potere filmogeno medio.

Le caratteristiche di ogni cera vegetale le rendono più o meno indicata per le diverse preparazioni cosmetiche. In generale le cere si inseriscono nei cosmetici per dare consistenza e azione barriera al prodotto.

Come tutte le cere, anche quelle vegetali sono solubili in oli e burri vegetali e non nell'acqua, quindi vanno aggiunte alla fase oleosa della preparazione cosmetica che intendiamo realizzare.

Le cere vegetali si acquistano nei negozi specializzati nella vendita di materie prime per la cosmesi fai da te.

 

Cera di mimosa

La cera di mimosa viene estratta dai fiori dell'Acacia dealbata, la pianta conosciuta come mimosa dell'8 marzo. Ha un aspetto e un punto di fusione simili alla cera d'api: infatti si scioglie a temperature comprese tra i 60 e i 65°C.

La cera di mimosa si utilizza nelle formulazioni cosmetiche come agente di texture e stabilizzante nelle emulsioni e ha proprietà filmogene e protettive per la pelle.

Questa cera si inserisce in piccole quantità nelle ricette di creme per pelli sensibili e secche, balsami labbra protettivi, profumi solidi e candele da massaggio.

 

Come usare le candele da massaggio

 

Profumo solido

Il profumo solido è un'alternativa ai profumi liquidi a base alcolica: a burri e oli vegetali viene aggiunta la cera per conferire consistenza al prodotto. La profumazione viene data da oli essenziali e estratti oleosi. Il profumo solido si utilizza massaggiandone una piccola quantità sui polsi e dietro le orecchie.

Ingredienti
> 12 grammi di burro di karité
> 4 grammi di cera di mimosa
> 4 grammi di olio di girasole
> 10 gocce di estratto di vaniglia
> 5 gocce di olio essenziale di limone

Procedimento
Pesate con una bilancia di precisione il burro di karité, la cera di mimosa e l'olio. Riscaldate a bagnomaria e quando il composto apparirà liquido togliete dal banomaria e travasate velocemente in un piccolo barattolo di vetro o metallo munito di coperchio.

Continuando a mescolare aggiungete l'estratto di vaniglia e l'olio essenziale di limone.

Fate solidificare a temperatura ambiente. Potrete utilizzare il profumo dopo circa dodici ore.

cera di mimosa

 

Cera di riso

La cera di riso si ottiene dal tegumento esterno del seme di riso, da cui si ottiene anche l'olio di riso. La cera di riso ha un punto di fusione di circa 80°C, quindi molto più alto rispetto alla cera d'api.

La cera di riso è indicata nella realizzazione di creme e burri idratanti per il corpo, meno per la preparazione di stick per le labbra. Per il suo alto punto di fusione non si utilizza per la realizzazione di candele da massaggio.

Burro per il corpo nutriente

Questo burro per il corpo è un burro solido da utilizzare sulla pelle bagnata dopo la doccia per idratare, nutrire e proteggere l'epidermide. È un prodotto comodo da utilizzare molto utile durante i mesi invernali poiché aiuta a proteggere la pelle da secchezza e screpolature dovute al freddo.

Ingredienti
> 60 grammi di burro di karité
> 20 grammi di olio di girasole
> 20 grammi di cera di riso
> 20 gocce di estratto oleoso di vaniglia

Procedimento
Fate fondere a bagnomaria il burro di karité con la cera di riso e l'olio di girasole. Togliere dal fuoco e aggiungere l'estratto oleoso alla vaniglia.

Trasferire in un piccolo stampo in silicone e lasciar raffreddare a temperatura ambiente. Dopo dodici ore sformare il burro per il corpo e utilizzarlo sulla pelle.

cera di riso

 

Cera di carnauba e cera candelilla

La cera di carnauba si estrae dai fiori di una palma di origine brasiliana, la Copernicia cerifera; la cera candelilla proviene invece dai fiori dell'Euphorbia cerifera.

La cera di carnauba e la cera candelilla hanno rispettivamente punti di fusione di 80-86°C e di 60-66°C e sono adatte alla realizzazione di stick per le labbra, rossetti, mascara e matite per gli occhi e per le labbra.

Matita per gli occhi

Con questa ricetta potete realizzare una matita con ingredienti naturali e vegetali, da utilizzare per il make-up degli occhi: potete applicare la matita sia sulla parte esterna che sulla linea interna dell'occhio.

Ingredienti
> 1,5 grammi di burro di cacao
> 1 grammo di cera candelilla
> 0,3 grammi di cera carnauba
> 0,7 grammi di olio di girasole
> 2 grammi di ossido minerale nero

Procedimento
Fate fondere a bagnomaria il burro di cacao, le cere vegetali e l'olio, all'interno di un contenitore provvisto di beccuccio. Aggiungere l'ossido minerale nero o del colore che preferite e mescolate bene.

Fate colare il composto ancora caldo in una matita vuota (in vendita nei negozi specializzati in materie prime cosmetiche) tenendo la matita leggermente inclinata. Fate raffreddare per qualche ora a temperatura ambiente o cinque minuti in frigorifero prima di utilizzare la matita.

cera di carnauba e candelilla

 

Immagine 1 | By Maša Sinreih in Valentina Vivod (Own work)  | Immagine 2 | By Maša Sinreih in Valentina Vivod (Own work)

 

Cera di soia

La cera di soia si ottiene per idrogenazione dell'olio di soia: è una cera bianca di consistenza più morbida rispetto alle altre cere viste fin'ora.

La cera di soia ha un punto di fusione compreso tra i 50 e 55°C ed è particolarmente adatta per realizzare candele sia per l'ambiente sia da massaggio.

Candela da massaggio

Con questa ricetta potrete riprodurre le candele da massaggio utilizzate nei centri benessere: si tratta di candele a base di burri e oli vegetali emollienti e nutrienti e profumate con oli essenziali naturali, perfette anche come idea regalo per Natale.

Al momento dell'uso, accendete la candela, fate fondere una piccola quantità di prodotto e utilizzate  sulla pelle per effettuare caldi massaggi.

Ingredienti
> 45 grammi di cera di soia
> 25 grammi di olio di cocco
> 10 grammi di burro di karité
> 10 grammi di burro di cacao
> 5 grammi di cera di mimosa
> 15 gocce di olio essenziale a scelta

Procedimento
Scegliete un piccolo bicchiere in vetro che servirà da contenitore per la vostra candela. Tagliate un cordoncino di cotone di tre centimetri più lungo dell'altezza del bicchiere.

Riscaldate a bagnomaria tutti gli ingredienti ad esclusione dell'olio essenziale. Quando il composto sarà quasi liquido, preparate lo stoppino immergendo il cordoncino nella miscela e sistemandolo in congelatore per pochi minuti.

Togliete lo stoppino dal congelatore e sistematelo perpendicolarmente al bicchiere: per fare in modo che lo stoppino resti fermo, assicuratelo con una molletta da bucato.

Togliete il preparato dal bagnomaria e versatelo nel bicchiere. Aggiungete le gocce di olio essenziale e lasciate raffreddare a temperatura ambiente per almeno dodici ore.

cera di soia

 

Prova anche l'olio di jojoba, la cera liquida idratante

 

Per approfondire:

> Tecnica, benefici e conroindicazioni del massaggio con le candele

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: