Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

CANI E GATTI

Convulsioni cane e gatto: rimedi naturali

A cura di Maria Rita Insolera, Naturopata

 

Le convulsioni possono arrivare in modo improvviso e mettere in difficoltà il proprietario del cane e del gatto. Alcuni rimedi naturali possono venire in soccorso in attesa dell’intervento del veterinario. Scopriamo quali.

>  1. Cosa sono le convulsioni

>  2. Cause delle convulsioni

>  3. Convulsioni del cane: cure e rimedi naturali

>  4. Convulsioni del gatto: cure e rimedi naturali

Convulsioni gatto

 

Cosa sono le convulsioni

Le convulsioni sono una temporanea alterazione del sistema nervoso causata da un’anomala attività di gruppi di cellule della corteccia cerebrale (i neuroni).

L’attività dei neuroni aumenta improvvisamente, producendo un’eccessiva quantità di segnali che, attraverso le consuete vie di conduzione nervosa, raggiungono i muscoli.

L’attacco convulsivo si può tradurre in una sola contrazione, o in una serie di esse, dei muscoli volontari. Essa è molto violenta e indipendente dalla volontà, la quale non riesce a tenere sotto il suo controllo la muscolatura.

Può coinvolgere solo alcuni gruppi muscolari oppure può essere generalizzata a tutto il corpo.

 

Cause delle convulsioni

Le crisi convulsive possono avere molte cause:

  • lesione organica cerebrale,
  • conseguenze di patologia dismetabolica,
  • conseguenze di stati tossici.

In linea generale, nei cuccioli al di sotto dell’anno di età le convulsioni possono essere causate da malformazioni, da parassitosi, da toxoplasmosi o da cimurro, mentre negli animali anziani è più probabile la presenza di neoplasie cerebrali, di ipoglicemia per problemi al pancreas, di accumulo di azotemia per problemi renali.

A volte, però, la causa degli attacchi convulsivi va ricercata nella conseguenza di un trauma, nella presenza di sostanze velenose, come il piombo (vernici, linoleum, catrame, batterie), saponi, glicole etilenico (liquido antigelo dal sapore dolce e dal profumo invitante), insetticidi, oppure nelle reazioni alle vaccinazioni.

 

Convulsioni del cane: cure e rimedi naturali

Alcuni cani prima della crisi convulsiva hanno dei comportamenti particolari. È quella che viene chiamata aura e può durare da pochi minuti a ore. A volte l’aura è assente, o forse non ce ne si accorge perché brevissima. Poi, improvvisa, arriva la convulsione che a volte si ripete a cicli seriali ravvicinati.

Il cane, dopo, è generalmente prostrato e fatica a riprendere il normale stato di vigilanza, a volte è assalito da un appetito vorace. Per impostare una terapia è necessaria la competenza di un veterinario che deve anche valutare l’eventuale correzione di dieta e, se possibile, eliminare la causa delle crisi.

Ecco però dei consigli per l’emergenza o in attesa della visita specialistica:

  • Non trattenere il cane durante le convulsioni, eventualmente avvolgerlo con una coperta per evitare che vada a sbattere provocandosi dei traumi.
  • Non gridare e non spaventare il cane ulteriormente.
  • Somministrare il rimedio d’emergenza dei fiori di Bach: Rescue remedy, alcune gocce pure diminuiscono l’intensità della crisi e ne abbreviano la durata. Rescue remedy va dato anche a crisi terminate, ogni 15 minuti, diluito in un poco di acqua, fino alla ripresa del cane.
  • Evitare il più possibile alimenti contenenti sostanze che possono irritare le fibre nervose (coloranti e conservanti), tipo biscottini o stuzzichini industriali. Somministrare lecitina (da mezzo a 2 cucchiaini da caffè), vitamine del complesso B (da 10 a 50 mg secondo la taglia), zinco e vitamina C.

 

Convulsioni del gatto: cure e rimedi naturali

Anche i gatti, prima della crisi convulsiva, hanno dei comportamenti particolari, definiti con il termine aura.

L'aurapuò durare da pochi minuti a ore, a volte l’aura è assente, o troppo breve per notarla. Poi, arriva la convulsione, e in seguito il gatto è generalmente prostrato e fatica a riprendere il normale stato di vigilanza.

Per impostare una terapia è necessaria la competenza di un veterinario che deve anche valutare l’eventuale correzione di dieta e, se possibile, eliminare la causa delle crisi. Ecco però dei consigli per l’emergenza o in attesa della visita specialistica:

  • Non trattenere il gatto durante le convulsioni, eventualmente avvolgerlo con una coperta per evitare che vada a sbattere provocandosi dei traumi. Non gridare e non spaventare il gatto ulteriormente.
  • Somministrare Rescue remedy: poche gocce pure diminuiscono l’intensità della crisi e ne abbreviano la durata. Il rimedio d’emergenza dei fiori di Bach: va dato anche a crisi terminate, ogni 15 minuti, diluito in un poco di acqua, fino alla ripresa del gatto.

 

Come e quando usare i fiori di Bach per gli animali

 

Immagine | Catsnco

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy