Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

SOSTANZE NATURALI E PRINCIPI ATTIVI

Carbone vegetale, proprietà e uso

Il carbone vegetale è una sostanza naturale utile per assorbire i gas a livello gastrico e intestinale,  e usata in caso aerofagia e meteorismo. Scopriamolo meglio.

>  Che cos'è il carbone vegetale

>  Dove si trova

>  Proprietà e uso del carbone vegetale

> Controindicazioni del carbone vegetale

Carbone vegetale, proprietà e controindicazioni

 

 

Che cosa è il carbone vegetale

Il carbone vegetale, detto anche carbone attivo o carbone attivato, è una sostanza naturale ottenuta dalla combustione del legname, o dei suoi scarti di lavorazione, ad alte temperature e in assenza di fuoco (calcinazione), in atmosfera povera di ossigeno (carbonificazione). Successivamente il carbone è combusto una seconda volta in presenza di vapore acqueo, aria o gas al fine di aumentarne il potere di assorbimento (attivazione).

 

Dove si trova 

Il carbone vegetale è il risultato della carbonificazione del legno di pioppo, salice, betulla e pino. In natura questo processo avviene nel corso di millenni, quando tessuti vegetali vengono sottoposti a elevate pressioni che provocano un aumento di temperatura; e all'azione fermentativa di funghi e batteri anaerobi, che provoca una progressiva eliminazione dell’Idrogeno e dell’ossigeno, con conseguente arricchimento di carbonio.

 

Proprietà e uso del carbone vegetale

Il carbone vegetale possiede attività "adsorbente", cioè è in grado di far aderire singole molecole alla sua superficie; mentre col termine "assorbente" si indica una sostanza capace d'impregnarsi (come può essere una spugna).

Le minuscole particelle di carbone vegetale, trattenendo l'aria che si sviluppa a livello gastrico e intestinale, evitano gonfiore e tensione addominale. Infatti questa sostanza naturale da un lato ha la capacità di adsorbire i gas che si formano nello stomaco; dall'altro è in grado di spegnere bruciori e sfiammare le pareti gastriche in caso di acidità e gastrite, per la presenza di molti sali minerali di tipo basico. La sua assunzione insieme a piante carminative, cioè che favoriscono l'espulsione dei gas intestinali,  è perciò indicata in presenza di meteorismo, aerofagia, colite, fermentazioni intestinali, grazie anche al blando effetto disinfettante a livello intestinale. 

 

Puoi approfondire tutti i riemedi naturali contro il meterorismo

Rimedi naturali contro il meteorismo

 

Infine il carbone vegetale ostacola l'assorbimento di sostanze tossiche e favorisce l'eliminazione dei metalli pesanti che possono accumularsi in varie parti del corpo. Grazie alla sua capacità di trattenere gran parte dei veleni, la sua somministrazione rappresenta, anche, una classica strategia di intervento in caso di avvelenamento da funghi (seguita da quella di un purgante salino)

Questo prodotto viene inoltre prescritto per preparare ad alcuni esami clinici (ecografia dell'addome superiore), in modo da fargli adsorbire i gas intestinali che ne impedirebbero la corretta esecuzione.

 

Controindicazioni del carbone vegetale

Il carbone vegetale è controindicato in presenza di ostruzioni intestinali o appendicite. Data la sua elevata capacità di adsorbimento di gas e liquidi, può impedire l'assimilazione di farmaci (non devono mai essere assunti nell'intervallo compreso fra 30 minuti prima e 2 ore dopo l'assunzione di carbone vegetale), e sostanze nutritive. In letteratura non sono riportate altre controindicazioni o effetti collaterali.

 

LEGGI ANCHE
Le proprietà, gli usi e le controndicazioni del rimedio omeopatico Carbo Vegetabilis

 

Altri articoli sul carbone vegetale:
>  Per la digestione difficile scopri il carbone vegetale

 

In collaborazione con Erboristeria del Pigneto

Immagine | Absoluteherbalhealth.com

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy