Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

PALITANA, UNA CITTÀ COMPLETAMENTE VEGETARIANA

Palitana è una città nello stato del Gujarat, in India, che, con una scelta senza precedenti, ha bannato carne, pesce e uova. Affondando le radici in una cultura antichissima e raffinata, essa si è slanciata verso un futuro ecosostenibile rappresentando un esperimento d’avanguardia a livello etico, sociale, alimentare.

Il Gujarat è uno stato nel nord-ovest dell’India, un centro economico e culturale nevralgico del subcontenente indiano, che ingloba in sé elementi risalenti al periodo dell’antica cultura indo-saraswatica, elementi arabi e persiani, elementi Moghul  (turco-mongoli), qui nacque Gandhi ed è anche sede dell’antica città di Dwarka dove si dice che Krishna abbia avuto i natali.

Qui nasce la prima città vegetariana della storia: Palitana.

 

La filosofia giainista

Palitana è una delle città più importanti in assoluto per la religione giainista, anche dopo l’arrivo dei musulmani e dei britannici. Il giainismo è una religione dharmica, originaria dell’India, che si basa su tre capisaldi: la non violenza verso tutte le forme di vita, la non possessività, e il rifiuto del dogmatismo, ovvero il rispetto di tutti i punti di vista.

Oltre a questo i suoi seguaci seguono i cosidetti 5 voti: il primo, già citato, è l’astenzione dal procurare violenza, il secondo è il non mentire, il terzo è il non rubare, il quarto è la purezza sessuale ed emotiva, e l’ultimo è il non attaccamento.

Oltre ai più comuni precetti religiosi come la meditazione, la preghiera e la lettura delle scritture sacre, i giainisti hanno dei precisi precetti riguardo l’approccio al cibo: da un lato praticano piuttosto spesso il digiuno rituale, dall’altro, proprio per rispettare in modo drastico il principio della non violenza, essi sono strettamente vegetariani e i più estremi tra questi portano una mascherina per non respirare le più piccolo forme di vita, spazzano il suolo davanti ai piedi per non calpestare insetti, e non mangiano le radici e i rizomi delle piante per non ucciderle del tutto.

 

Leggi anche I sostituti della carne >>

 

Palitana: dalla filosofia alla legge

Sulla base di questo retaggio etico assai diffuso nell’area, specie nella città di Palitana, si è basata una svolta culturale che nel 2014 è divenuta legge: le autorità di Palitana hanno stabilito che è contro la legge comprare e vendere carne, pesce e uova, rendendo illegali mestieri come il pescatore, il macellaio e tutti quei lavori legati alla produzione, al commercio e alla preparazione di cibi legati alla carne, al pesce e ai loro derivati, latte escluso.

La scelta delle autorità, che ha lasciato interdetta la comunità musulmana che, a differenza della più numerosa giainista, fa uso di carne, si basa però non solo sui precetti etico-religiosi.

 

Palitana: non solo filosofia

Alla base di questa scelta ci sono anche studi di prospettiva e valutazioni riguardo numerosi punti sollevati anche in Occidente dalle comunità vegetariane e vegan. Primo fra tutti la non sostenibilità di un modello di società basato sul consumo di carne.

E’ risaputo che la produzione di carne su larga scala e’ una delle prima cause di inquinamento al mondo per quanto riguarda l’emissione di gas serra, ed e’ causa di deforestazione e desertificazione dei territori. A lato troviamo anche altri studi, relativi all’impatto sulla salute umana di un consumo di carne e derivati smodato.

 

Palitana: un modello per il resto del mondo?

Palitana, col sostegno dei monaci giainisti e resistendo alle pressioni musulmane che hanno reclamato e reclamano ancora il diritto a consumare carne e derivati per poter recuperare energie durante il Ramadan, sta diventando quindi un primo interessante esperimento alimentare e sociale.

Un modello e un tentativo di città totalmente vegetariana, più precisamente lacto-vegetariana, che funga da apripista per vedere l’effettiva sostenibilità di una dieta etica e sana su scala così larga, per studiarne eventuali difetti e derive, o se effettivamente essa possa rappresentare un precedente interessante per estendere questa possibilità ecosostenibile in altre parti del globo.

Adesso sappiamo che da agosto 2014 esiste un’intera città, compresi quindi uffici, scuole, ospedali e quant’altro, che sta portando avanti questo ideale e questo esperimento.

 

Leggi anche L'alimentazione vegetariana corretta >>

 

Credit foto Sid The Wanderer

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: