Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

LE ECO-COOPERATIVE

Le eco-cooperative hanno una marcia in più delle normali coop. Sono organizzate al fine di promuovere il sostegno e la cura del Pianeta, qualsiasi sia il servizio che offrono. Scopriamole insieme!

Quando si parla di salvare il mondo sembriamo essere tutti d’accordo certo, ma forse poche persone riescono a mettere in pratica davvero quei semplici trucchi quotidiani che possono permettere di fare piccoli passi avanti per il benessere del Pianeta.  

Tra le cure che possiamo dedicare al nostro Pianeta per far si che possa stare meglio, oltre ad attuare comportamenti e azioni volte al rispetto e alla salvaguardia, ci sono anche quelle relative alle nostre scelte d’acquisto.

Nello specifico, è importante stare particolarmente attenti anche alla provenienza dei prodotti e dei servizi, ovvero a ciò che ogni persona sceglie di pagare e portare a casa o usufruire giorno dopo giorno. Si tratti di cibi o bevande, abiti, scarpe, prodotti biologici per la pulizia personale o della casa, servizi di vario tipo, tutto ha un impatto sull’uomo e sul mondo.

Orientandosi tra i vari gruppi di acquisto, negozi, mercati, super e ipermercati, non dobbiamo farci sfuggire ciò che rappresenta l’offerta di quelle che sono definite le eco-cooperative.

 

Cosa sono le eco-cooperative?

Queste strutture, se ben organizzate e con finalità che sono effettivamente corrispondenti a ciò che si prefiggono, ovvero l’ideazione di un mondo ecologico e sostenibile, possono rappresentare ottimi intermediari e filtri di scelta.

Le eco-cooperative possono essere di vario tipo e fornire diversi servizi. Si passa dalle eco-cooperative sociali, per favorire la promozione umana e l’integrazione dei cittadini, accogliendo tra i collaboratori personale che sarebbe altrimenti svantaggiato; le eco-cooperative d’acquisto, per la vendita dei prodotti di varia origine; le eco-cooperative di servizi (scuola, educazione, sport e tempo libero) e di viaggi, per creare collegamenti sostenibili e implementare un tipo di turismo responsabile e locale. Vediamo qualche esempio più in dettaglio.

 

Come trovare le eco-cooperative?

Se si digita sul motore di ricerca google eco cooperative compaiono tantissime realtà di vario tipo. Ma ancora sembra non esistere in Italia un vero e proprio portale che possa accorparle tutte, un punto da cui partire per avviare una ricerca a livello nazionale e per i vari settori.

Mentre esiste un sito internazionale che si chiama International Communities che unisce, oltre alle varie eco-cooperative presenti nel mondo, anche gli eco-villaggi, le comunità e altri gruppi organizzati. Si tratta di un data base molto vasto, che può essere consultato sia in ordine alfabetico, che per tipologia o posizione geografica.

Un grandangolo da cui partire per avere una visione di insieme delle eco-cooperative del mondo, ma non solo. Il sito ha una lista di siti amici, come Federation of Egalitarian Communities, Nasco, Global ecovillage network, Cohousing, che offrono un panorama di tutti quei movimenti che si stanno organizzando e stanno cercando di offrire spunti di riflessione, momenti di incontro e realizzazioni pratiche a chi abbia desiderio di cambiare lo status quo delle cose, con la speranza che tutto il mondo, presto, possa diventare un grande eco-villaggio.

 

Immagine| Globetrotter1937

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: