Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

COME FARE ECOLOGIA IN UFFICIO

Stampare quel documento è davvero necessario? E il bicchierino di plastica è sostituibile? Quella busta è riutilizzabile? Puoi coinvolgere i colleghi nella raccolta del vetro e dell'alluminio? Consigli per un'ecologia da ufficio

Comportarsi da ambientalisti anche sul posto di lavoro? Ma cosa vuol dire "comportarsi da ambientalisti"? Sembra una delle alternative possibili, una moda. Invece è la via, l'unica, diciamo. Per stare in questo pianeta. Con un utilizzo consapevole delle risorse non si fa bene solo alla Terra, ma anche la compagnia, l'azienda o la società per cui lavorate potrà risparmiare denaro.  

Basta pensare che un impiegato medio getta via circa 90 kg di carta di alta qualità ogni giorno. Tutta carta che potrebbe essere riciclabile. Ogni tonnellata di carta da ufficio riciclata fa risparmiare quasi 1500 litri di petrolio. Per non parlare del potenziale risparmio energetico che si ricaverebbe da piccole decisioni; ad esempio, rimuovendo due lampade in una plafoniera da quattro e installando degli specchi. Se in ufficio c'è aria di cambiamenti nell'arredamento, potete suggerire al vostro capo una scelta che viri verso l'arredamento ecologico.

Avete mai pensato a quanto utile potrebbe essere portare una tazza da caffé al lavoro invece di usare le tazze o i bicchieri di plastica? Lo stesso accorgimento vale per le buste indirizzate a voi. Si possono usare di nuovo, coprendo i vecchi indirizzi con etichette gommate. 

Insieme ai colleghi si può organizzare la raccolta del vetro e dell'alluminio. Basterà allestire contenitori differenziati per bottiglie di vetro e di lattine e posizionarle in prossimità del luogo in cui si mangia tutti insieme. E che ne pensate di agire con piccole azioni che aiutino anche gli altri nel processo necessario a ricollocare il posto dell'uomo nel mondo? Potete affiggere ogni tanto foto del pianeta o notizie sulla tutela ambientale su bacheche comuni visibili da tutti. 

 

LEGGI ANCHE PREPARIAMOCI AD UN MONDO CON MENO RISORSE NATURALI: INTERVISTA A LUCA MERCALLI

 

Importantissimo organizzare la raccolta della carta e usarla con criterio: quando dovete far delle fotocopie, utilizzate la pagina da ambo i lati in modo da risparmiare anche spazio al momento dell'archiviazione. Non gettate i giornali nella spazzatura mista, dividete; le riviste, con la loro carta patinata e le copertine che le rivestono, non sono facilmente riciclabili. Se riciclassimo almeno il 20% della carta che usiamo, contribuiremmo a salvare dai 4 ai 5 milioni di alberi, a risparmiare da 2 a 5 miliardi di kw/h, da 280 a 440 miliardi di litri di acqua. 

Bevete acqua in bottiglietta? Tenete a mente che la plastica riciclata trova un utilizzo nella produzione di un numero considerevole di articoli, come panchine, windsurf, fibre sintetiche per l'imbottitura dei sacchia a pelo. tanto per darvi un'idea, con 26 bottiglie di plastica si può fare una valigia di poliestere. Vi piacciono le bevande in lattina? Riutilizzando l'alluminio si riduce il consumo di energia del 74%, l'inquinamento atmosferico dell'85%, i rifiuti solidi del 95% e l'inquinamento idrico del 76%. 

Non sarebbe male anche risparmiare sull'acqua. La direzione potrebbe installare degli areatori per i rubinetti o dispositivi per ridurre il consumo di acqua dello sciacquone del gabinetto (tenete presente che in 6 mesi un wc che perde spreca circa 170 mila litri di acqua). Potete suggerire anche un controllo periodico dell'impianto elettrico; spesso le verifiche degli impianti diventano occasioni per effettuare semplici e necessarie modifiche al sistema di illuminazione. 

E' il compleanno di quacluno e vi va di festeggiarlo in ufficio? Ricordate che oltre alle lattine possono essere riciclati i fogli di alluminio, le speciali teglie per le torte, i vassoi per i cibi congelati.

Se qualcuno dei colleghi abita in una zona vicina alla vostra, recatevi sul posto di lavoro insieme, sarà un modo anche per conoscere meglio la persona e creare una connessione; meglio ancora se entrambi dividete il tragitto sui mezzi pubblici. Le auto consumano l'energia del pianeta e la nostra forza vitale che si esprime attraverso il respiro. La parziale rinuncia all'auto è una priorità per chi vuole stare in questo mondo con citerio consapevole. Oltre ai mezzi di trasporto pubblici, tenete in considerazione la bicicletta ottima per tenersi anche in forma e, se la vostra città è davvero molto inquinata, usate una mascherina. 

Immagine | http://it.fotolia.com/id/55002907

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: