Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

TAMPONE ALLA MARIJUANA CONTRO I CRAMPI

Crampi, spasmi, mal di pancia, mal di testa e dolori muscolari addio: il tampone per chi ha un ciclo insopportabile sta spopolando negli Stati Uniti. L'ovulo vaginale alla marijuana funziona davvero e arriverà anche qui? Scopriamolo insieme.

Cannabis contro i dolori delle donne

La canapa è uno di quei prodotti che, negli ultimi tempi, sta cavalcando l'onda e sperimentando le varie possibilità di offerta sul mercato. Dai tessuti al gelato, ecco che la magica piantina verde finisce anche nel banco degli antidolorifici femminili

Secondo il Journal of Pain Research, l’84% della popolazione mondiale femminile soffre di forti dolori durante il ciclo mestruale, sofferenze da cui spesso è difficile libersarsi completamente, soprattutto senza medicinali ed effetti collaterali che fanno capolino da altre parti dell'organismo.

Perché non fare dunque delle possibilità naturalmente lenitive della marijuana qualcosa di utile a livello fisico per le donne? Ci hanno pensato già un paio di anni fa negli Stati Uniti, e il prodotto che ne è nato sembra funzionare in certi stati dove viene commercializzato, tanto che c'è chi speri arrivi presto anche nel vecchio continente e in Italia. Ma attenzione: non tutto è oro... 


Leggi anche Canapa, proprietà e utilizzo >>

 

Prodotti da banco alla Marijuana

Lo produce un'azienda americana che si chiama Foria, azienda specializzata in prodotti per il benessere - anche sessuale - della persona a base di canapa e burro di cocco biologico. Si tratta di un tampone-ovulo o supposta vaginale che non serve assolutamente per assorbire il sangue delle mestruazioni, ma che, stando a ciò che comunica l'azienda, aiuterebbe, attraverso particolari sostanze, a rendere il periodo del ciclo meno doloroso.

Ecco l'intervista per The Hash Podcast, in cui si spiegano, intervistando Mathew Gerson, fondatore di Foria, anche gli effetti medici di queste supposte.

Non è l'unico prodotto da banco venduto in cui rientra la marijuana come ingrediente: stanno nascendo cerotti, creme lenitive da massaggio per calmare dolori alla pelle e favorire un buon riposo, lubrificanti e altro ancora.  

 

Come funziona l'ovulo alla cannabis?

Le nuove norme circa la presenza di quantitativi bassi di Thc, consentono, in alcuni stati del mondo, di commercializzare prodotti a base di canapa "light"; di fatto Foria Relief, così si chiama il prodotto, viene venduto per ora solo in Colorado e California come prodotto antidolorifico; ogni tampone, che si trova in una pratica scatoletta-dispenser da 4 ovuli, contiene 60 mg THC, cannabinoide che esplicherebbe un'azione antidolorifica che teoricamente si può già avvertire dopo circa venti minuti, e 10 mg di CBD, sostanza che risulterebbe utile per ridurre le infiammazioni e i crampi muscolari.

Non si presenterebbero all'uso gli effetti della droga psicoattiva, senza alterazioni cognitive o effetti psicotropi.

 

Testare la marijuana

Attenzione però, c'è il rovescio della medaglia. Anzitutto gli antidolorifici non andrebbero acquistati e usati senza prima sentire il parere di un medico o di uno specialista

In secondo luogo poi, come sottolinea Businessinsider.com, questo prodotto non è stato ancora testato clinicamente e, mentre alcune persone dicono di avere avuto sollievo usandolo - come si legge in questo articolo apparso su Broadly- , altre parlano di possibile effetto placebo. 

La cosa "divertente" è che l'azienda stessa sta lavorando anche su altri prodotti, come un lubrificante naturale per le donne a base di olio di cannabis e olio di cocco liquido, così euforico da essere finito tra le pagine de Il Fatto Quotidiano

Per ragioni legali, al momento, Foria è in commercio solamente in California e Colorado, Una data precisa riguardo una possibile commercializzazione anche in Europa e in Italia non c'è, ma tra le donne, soprattutto chi soffre ed è piegata in due una volta al mese dai dolori lancinanti, cè chi spera arrivi e presto!


Leggi anche A Terni la filiera circolare della canapa >>

 

Foto: thandra / 123RF Archivio Fotografico

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: