Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

RIVER TO RIVER 2013: SORPRESE DEL FESTIVAL DEL CINEMA INDIANO

Non solo Firenze e Roma, ma anche un'edizione milanese. E quest'anno grande attesa per l'attrice Shabana Azmi, che racconterà anche della figura della donna in India, anticipando con il tema la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

River to River 2013 e la donna in India

Conto alla rovescia per il Festival del Cinema indiano nella sua edizione 2013. Novità: nel 2014 sbarcherà anche a Milano, riconfermandosi a Roma con i “best of”.  Tra gli eventi speciali, lunedì 25 novembre, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, il festival proporrà un focus sul tema della donna in India, attraverso una selezione di pellicole tutte al femminile. Ma non solo. L’esplosione di colori e danze per la celebrazione della festa di Holi - una delle festività più antiche della mitologia indù -  nel documentario “Dancing Colours” di Fabian Oswald, la storia della prima ‘stunt woman’ della cinematografia indiana in “Fearless: the Hunterwaly Story” di Riyad Vinci Wadia sono solo alcuni tra i vari temi che saranno affrontati durante la 13esima edizione del River to River Florence Indian Film Festival, unico festival italiano interamente dedicato alla cinematografia indiana contemporanea. Il Festival si svolgerà a Firenze (Cinema Odeon, Piazza Strozzi 1) dal 22 al 28 novembre, con oltre 40 film, tra prime mondiali, europee e nazionali, quattro eventi speciali, una retrospettiva, incontri con attori e registi e una mostra di arte contemporanea.
La tredicesima edizione è suddivisa in tre sezioni: lungometraggi, documentari e cortometraggi, tutti inediti in Italia. Il pubblico decreterà per ciascuna categoria il vincitore del premio “River to River Bitebay Audience Award” che entrerà di diritto nella “collezione” di pellicole della Mediateca Regionale Toscana.

 

Dancing colours

 

La giornata internazionale contro la violenza sulle donne e Shabana Azmi

Tra gli eventi speciali, lunedì 25 novembre, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, il festival proporrà un focus sul tema della donna in India, attraverso una selezione di pellicole tutte al femminile. Saranno presentate l’anteprima europea di “Lessons in forgetting” (India, 2012) del regista Unni Vijayan, ispirato al libro omonimo di Anita Nair, e vincitore del  “60th National Film Award” del cinema indiano come “Miglior film in lingua inglese” (2012), pellicola sulle nuove generazioni di giovani indiane che lottano per difendere i propri diritti e la propria emancipazione; a seguire il documentario “Fearless: the Hunterwaly Story” (1993), la storia dell’attrice australiana Mary Evans che dagli anni '30 recitò in numerosi film indiani, diventando la prima donna a ricoprire ruoli di stunt sotto il nome di ‘Fearless Nadia - Nadia la temeraria’. L’evento sarà proiettato per la prima volta in Italia in occasione dei 20 anni dalla realizzazione del documentario. Non mancherà il cinema di Bollywood e il cinema di animazione grazie al sodalizio artistico con l’Anifest - festival di cinema di animazione di Mumbai - presente con 5 cortometraggi di animazione in anteprima europea. Saranno inoltre proiettati 4 corti di altrettanti studenti provenienti dal Film and Tv Institute of India e la Whistling Woods International, le due scuole di cinema più importanti del Paese.

Inoltre, anche quest’anno il River to River dedica una retrospettiva ad una personalità della cinematografia indiana, che incontrerà il pubblico del Cinema Odeon sabato 23 novembre. Per l’anno in corso toccherà a Shabana Azmi, attrice pluripremiata e grande attivista, donna sempre in primo piano sul panorama nazionale e internazionale, che, in merito al tema dell’edizione in corso, ha detto:  “L’India vive in più epoche diverse nello stesso tempo e racchiude tutte le contraddizioni che derivano dall’essere una società multietnica, multiculturale e multi confessionale: da una parte, abbiamo avuto una donna primo ministro, una donna presidente e molte donne in posizioni di potere nel mondo imprenditoriale, ma dall’altra restiamo una società patriarcale, in cui la preferenza per il figlio maschio porta al feticidio femminile, che si pratica ancora oggi. Dobbiamo avere tolleranza zero per questa violenza e per qualsiasi altro genere di abuso contro le donne, il progresso di un Paese si deve misurare non soltanto in base al PIL, ma in base all'indice di sviluppo umano, il cui metro più importante è il livello di legittimazione delle sue donne.”

 

Shabana Azmi

 

E da Firenze sbarca a Roma e anche a Milano!

Il Festival conferma anche quest’anno le date romane, una selezione dei “best of” e i film vincitori dell’edizione 2013 saranno proiettati nella capitale, da venerdì 29 novembre a domenica 1 dicembre, presso il Nuovo Cinema Aquila e per la prima volta il River to River approderà, il prossimo febbraio, allo Spazio Oberdan di Milano, viale Vittorio Veneto, 2.

Il River to River, ideato e organizzato da Selvaggia Velo, direttore della manifestazione, con il Patrocinio dell’Ambasciata dell’India in Italia e il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo, prosegue nel suo cammino di ricognizione nei territori del cinema indiano, per raccontare le mille facce di un Paese lontano e spesso poco conosciuto in Italia e in Europa, attraverso i film di registi noti e giovani talenti emergenti. Il festival fa parte della 50 Giorni di Cinema Internazionale ed è realizzato con il contributo di Regione Toscana e Fondazione Sistema Toscana Mediateca, Ente Cassa di Risparmio di Firenze e OAC Osservatorio per le Arti Contemporanee, l’Ufficio Nazionale del Turismo Indiano di Milano e in collaborazione con il NFAI - National Film Archive of India, Istituto Luce e Palazzo Tornabuoni, e grazie al sostegno dello store multibrand LUISAVIAROMA. La tredicesima edizione inaugura una nuova collaborazione con l'Azienda Salvatore Ferragamo, da sempre attenta al dialogo con il mondo dell’arte, della cultura, del cinema che entra per la prima volta nella rosa di sponsor della manifestazione. Il festival si avvale del supporto dei seguenti sponsor: Coco-Mat, Instyle, Klopman, Hotel Roma, Pensione Canada, Obika Mozzarella Bar e Vini Mazzei.

 

Lesson in forgetting

 

VEDI ANCHE

Intervista a Selvaggia Velo

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: