Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

RIVER TO RIVER 2014, IL FESTIVAL DEL CINEMA INDIANO

Dal 6 dicembre parte il Festival del cinema indiano River to River nella sua 14° edizione. Superospite il protagonista di "Vita di Pi" Irrfan Khan, un grande evento per il River to River 2014. Scopriamo insieme come, dove e quando

Opening d'autore al River to River

Il cinema anni Venti di piazza Strozzi a Firenze aprirà i battenti sabato 6 dicembre, per chiudere in bellezza il 12 dicembre con l'unico Festival del cinema indiano in Italia, il River to River, nella sua 14a edizione. Fervono i preparativi, grande è l'attesa nelle sale dell'Odeon.

"Siamo onorati e felici di annunciare che l'ospite d'onore della 14a edizione di River to River Florence Indian Film Festival sarà la star Irrfan Khan, interprete di numerosi film tra cui La vita di Pi, The Millionaire, The Amazing spiderman, A Mighty Heart - Un cuore grande e la serie HBO In Treatment.

Con le parole dell'instancabile ideatrice nonché direttrice Selvaggia Velo si svela quindi l'ospite tanto atteso dell'edizione in corso: all'anagrafe Sahabzade Irrfan Ali Khan, famoso come Irrfan Khan, originario del Rajasthan, nato a Jaipur nel 1967, attore di cinema, televisione e di teatro.

La sua figura di attore è rimasta abbastanza in sordina fino all'anno 1988, quando è uscito "Salaam Bombay!" di Mira Nair, in cui aveva una piccola parte: da lì il successo crebbe fino a consacrarlo a personaggio di fama internazionale quale è oggi.

Un'edizione ricca di sorprese e intense proiezioni dunque quella che attende pubblico e curiosi, in virtù anche del fatto che al grande Irrfan sarà dedicata un'ampia retrospettiva, la prima europea.  Ricordiamo, oltre ai sopra citati, importanti ruoli in altri lungometraggi (in totale ha all'attivo più di 115 film!), come ne "Il treno per il Darjeeling" di Wes Anderson, "Qissa" di Anup Singh, "Paan Singh Tomar" di Tigmanshu Dhulia e ancora Mira Nair l'ha diretto ne "Il destino nel nome". Senz'altro il signor Khan racconterà al pubblico dell'esperienza nuova di Jurassic World, di Colin Trevorrow, che uscirà nel 2015.

Come è avvenuto l'incontro con Khan?  "L'ho incontrato a marzo a Bombay - svela Selvaggia - è stato subito collaborativo e ha subito detto di si: si è dimostrato gentile e un grande professionista".  E il perché Selvaggia abbia scelto proprio lui, è presto detto "l'idea l'avevo in mente da qualche tempo perché è uno degli attori più talentuosi del cinema indiano ed è anche quello che ha interpretato il maggior numero di film internazionali".

Irrfan Khan

 

Novità in sala

Tra le novità di quest’anno c'è anche la sezione Online Stories, la società dell’India contemporanea raccontata attraverso internet e i suoi social dalla generazione di “registi 2.0”. Sarà in questo caso il pubblico a decretare il miglior film, votandolo tra le varie sezioni del festival (lungometraggi, corti e documentari) che si aggiudicherà il River to River Doombo Audience Award.

Oltre quaranta i film in programma quindi e due gli eventi speciali; non mancheranno nemmeno incontri e approfondimenti mattutini, eventi collaterali di spessore tra cui i video del River to River - Off, una selezioni di opere di quattro famosi registi contemporanei.
Ma non finisce qui: il festival si sposterà poi a Roma, dal 13 al14 dicembre, presso il Nuovo Cinema Aquila (via l’Aquila n.66), per una due giorni di film e, a febbraio 2015, si sposterà allo Spazio Oberdan di Milano (Viale Vittorio Veneto n.2) con il “best of” dell’edizione fiorentina.

Tutti i film sono in lingua originale sottotitolati in italiano.
Biglietti: Biglietto unico intero 6 euro, ridotto 5 euro; Biglietto giornaliero intero 10 euro, Biglietto giornaliero ridotto 8 euro (studenti, soci Coop, soci Arci, possessori biglietto Museo Stibbert e Museo Salvatore Ferragamo). Abbonamenti: Abbonamento intero 40 euro, Abbonamento ridotto studenti 30 euro. Sono previste convenzioni con Trenitalia e pacchetti viaggio, per info consultare il sito della 50 Giorni o sul sito Box Office Toscana.

 

Collaborazioni al Festival

Da quest’anno il River to River Florence Indian Film Festival inaugura una nuova collaborazione con il luxury hotel J.K. Place Firenze, che accoglie i suoi ospiti internazionali in un’atmosfera esclusiva e riservata nel cuore della città. Inoltre, per il secondo anno consecutivo, River to River conferma la collaborazione con l’azienda Salvatore Ferragamo da sempre attenta al dialogo con il mondo della cultura, dell’arte e del cinema. Il festival si avvale inoltre della collaborazione degli sponsor Klopman, Latte Maremma e Instyle.

Tra i partner: Four Seasons Hotel Firenze, Palazzo Tornabuoni, Hotel Roma, Pensione Canada, Vini Mazzei, Amblè, Robert F. Kennedy Center for Justice and Human Rights Europe, Museo Marino Marini, Galleria Continua-San Gimignano/Beijing/Les Moulins, Museo Stibbert e Teatro del Sale.

All’interno della 50 Giorni di cinema internazionale a Firenze, il Festival è ideato e diretto da Selvaggia Velo, con il Patrocinio dell’Ambasciata dell’India e di FIND – India/Europe Foundation for New Dialogues, e realizzato con il contributo di Ministero per i Beni e le Attività CulturaliDirezione Cinema, Regione Toscana e Fondazione Sistema Toscana, Ente Cassa di Risparmio di Firenze e OAC, e Ufficio Nazionale del Turismo Indiano di Milano.

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: