Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

LA FESTA DELLA DONNA AL NATURALE

Venerdì 8 marzo cogliete l'attimo, la Festa della donna è tutta al naturale: biglietto del treno gratis, un giro al museo senza pagare, una bella cena tra amiche con maschera, tisana e proiezioni tutte femminili!

Ecco cosa fare per la Festa della donna

Cosa si meritano le donne per la loro festa? Un venerdì ricco di eventi, di sconti e iniziative speciali, ma anche una serata all’insegna del relax e della cura naturale del proprio corpo e del proprio spirito, magari in compagnia di amiche care. Insomma, un’occasione che è anche e soprattutto un pretesto per ritagliarsi un po’ di tempo per sé, dedicando un pensiero o qualcosa di più anche a tutte quelle donne che ancora soffrono nel mondo.

 

Le aziende si mobilitano per la donna           

Sono diverse le aziende che si mobilitano per realizzare prodotti che, venduti in occasione della Festa della donna, ovvero nella giornata dell’8 marzo, possono essere d’aiuto per tutte quelle donne che ancora vivono serie difficoltà. Esistono case di produzione e aziende che creano prodotti per aiutare le donne più in difficoltà del mondo. Come ogni anno in occasione della Festa della donna, per esempio, L’Occitane crea un nuovo sapone naturale in onore delle donne africane. Da tre anni questo sapone viene prodotto a Leo, città del Burkina Faso, appunto, dove le donne lavorano in una fabbrica dopo aver seguito i corsi di formazione. I ricavi ottenuti con questa produzione vengono investiti nell’acquisto di nuovi strumenti che permettono alle donne di essere più attive ed indipendenti e per sostenere la costruzione dei centri di alfabetizzazione delle donne del Paese. Ogni sapone venduto rappresenta tre mattoni per la costruzione del centro. Il sapone ha una formula delicata con una concentrazione eccezionale di burro di karité, pari al 52%. Esistono anche codici sconto specifici in onore della festa della donna, lanciati dalle varie realtà di distribuzione, che riguardano cosmetici, prodotti erboristici, scarpe, vestiti e ancora libri o CD.

 

Le città aprono i musei... ma non solo

Tante città italiane propongono eventi ed iniziative gratuite. A Milano, per esempio, il comune offre l'ingresso gratuito ai musei civici e il biglietto ridotto per le esposizioni in corso a Palazzo Reale. Le sedi civiche coinvolte sono i Musei del Castello Sforzesco, il Museo del Novecento, il Museo di Storia naturale, il Museo Archeologico e il Museo del Risorgimento. A Novara invece il bus è gratis, ma non solo: il venerdì si tinge di rosa con un programma ricco e variegato, che tocca la letteratura, passando per il teatro, fino agli incontri sul tema “donne e lavoro”. Mentre a Torino, a Villa della Regina, la professoressa Chiara Saraceno terrà una conversazione sull'emancipazione femminile, accompagnata da letture di brani di Virgina Woolf eseguite dall'attrice Stefania Rosso. Così la cultura si offre in tante altre città, come a Roma, Firenze, Como, Napoli. Trenitalia si fa cavaliere regalando biglietti e riduzioni. E tra spa, centri wellness e benessere che offrono sconti e riduzioni c’è anche lo sport: la più originale è la proposta della sciata notturna a Chiomonte, in versione free pass per il gentil sesso.

 

LEGGI ANCHE DONNE E(RGO) SPIRITUALI: INTERVISTA A LAURA BOSIO


E l’8 marzo si conclude con le amiche più care

E per finire, la serata più bella, da dedicare alle amiche, con un menù simpatico e tutto femminile, una maschera purificante fai-da-te, note di pianoforte on the air per rilassare l’atmosfera. Ecco un menù per la festa della donna leggero, colorato e vitaminico. Per cominciare si prepara insieme un antipasto a base di uova-mimosa, che si ottiene facendo bollire le uova e poi togliendo il tuorlo e passarlo al mixer con un po’ di olio, pepe, sale e prezzemolo e riponendolo al centro, schiacciandolo con uno schiaccia aglio o schiaccia patate, in modo da formare dei simpatici cordoncini gialli. Segue un gustoso risotto alla zucca, un mix di spiedini di verdure e scamorza e per finire una deliziosa torta alla mimosa.

Dopo la cena e le chiacchiere, è il momento della bellezza naturale: una maschera a base di argilla, una tisana rilassante al tiglio e un bel film da godersi tutte insieme. Ecco qualche titolo: “Thelma e Louise” (un classicone!), “Erin Brockovich”, con una forte Julia Roberts, " The lady – l’amore per la libertà " di Luc Besson, pluripremiato film che racconta la straordinaria storia avventurosa, umana e politica di Anug Sau Suu Kyl, l'attivista birmana alla quale è stato conferito il Premio Nobel per la Pace nel 1991. E ancora “Il ventaglio segreto”, la storia di Nina e Sophia, amiche per la pelle e sorelle nello spirito, ambientata nella Shanghai di oggi; oppure “Caramel”, capolavoro dell’attrice libanese Nadine Labaki, che ha come sfondo un negozio di estetica a Beirut dove si snodano trame tutte femminili che odorano di ceretta al caramello; o per finire "Gangor", di matrice italo-indiana, che racconta dell’esperienza di un fotoreporter in Bengala occidentale e dello sfruttamento delle donne indiane.

Immagine | Yllisa


Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: