Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

DEPURARSI A FEBBRAIO

Ci siamo quasi, il corpo comincia a risvegliarsi... Ecco tutti i consigli per depurarsi a febbraio in modo naturale e consapevole, regalandoci tanta energia anche per lo spirito!

La primavera sta per bussare alla porta. Ancora qualche settimana e il corpo si risveglia. Ecco come approfittare di un mese breve come febbraio e dedicarlo alla depurazione dell’organismo e al benessere naturale. Ecco da cosa partire per depurarsi a febbraio.

Per cominciare a rimetterci in forma e a risanare l’organismo pensiamo agli organi che più lavorano e si affaticano per tenere il nostro corpo pulito: fegato e reni. Come la medicina cinese insegna, se il corpo è più pulito, i reni lavorano e si affaticano meno e aumenta l’energia. Per assicurare un corretto funzionamento di questi organi, anzitutto beviamo tanta acqua e, per un mese, eliminiamo alcol, caffè, sigarette e “inquinanti” esterni. Così facendo l’organismo si rinforza perché non è più sovraffaticato dal compito di espellere tossine ed è più reattivo nei confronti delle altri fattori di disturbo eventualmente presenti, per cui migliora la risposta ad allergie, dermatiti e sistema tanti altri piccole criticità.

Si può iniziare già dal primo febbraio, appena svegli, a digiuno, con il bere un paio di bicchieri di acqua tiepida con qualche goccia di limone, oppure uno con argilla verde ventilata, lasciata sedimentare la sera prima, e uno con acqua e limone. Affidiamoci all’erborista di fiducia invece per depurare il fegato. Un paio di tazze al giorno, mattina e sera, di tisane a base di carciofo o tarassaco sono l’ideale per dargli una mano.

 

Leggi anche Come depurarsi con acqua e sale

Febbraio e la depurazione

Il vostro personale programma disintossicante, sarà poi ritagliato su misura, a seconda dei tempi e delle esigenze di ognuno. Se non avete la possibilità di seguire una vera e propria dieta disintossicante, limitatevi a eliminare alcuni alimenti che appesantiscono, come gli alimenti troppo lavorati, troppo cotti, troppo grassi. Puntate alla semplicità e alla stagionalità. Diminuite il consumo di proteine e carboidrati, lasciando il via libera a frutta, verdura, semi e noci e tanti liquidi.

Ecco un esempio di dieta depurativa consigliata che si può seguire per poco tempo. Si tratta di un programma di soli quattro giorni, pensato in quattro fasi: purificazione del colon, espulsione delle tossine, rimineralizzazione dell’intestino, rimineralizzazione dell’organismo. Chi ha particolari patologie o disturbi è indispensabile che consulti il medico prima di farla. Così come non è adatta al di sotto dei 17anni.

Primo giorno: consumare solo frutta di stagione a piacere, possibilmente con la buccia, masticando lentamente. Bere almeno 1,5 litri di acqua. In questo modo si purifica il colon.

Secondo giorno: è la giornata più difficile: consumare solo tisane e tè verde per drenare l'organismo ed espellere a fondo le tossine.

Terzo giorno: consumare solo verdura cruda e cotta, in quantità a piacere, bere almeno 1,5 litri di acqua. In questo modo si rimineralizza l’intestino.

Quarto giorno: consumare solo minestrone, senza pasta o patate, per rimineralizzare tutto il corpo.

Ritornare gradualmente alla normale alimentazione introducendo il quinto giorno i cereali (pasta, pane, riso), poi successivamente le proteine.

 

Gli alleati per depurarsi

Se vogliamo davvero purificarci frutta e verdura sono i nostri alleati migliori. Si quindi alla vitamina C di kiwi e arance, mele da mangiarsi con la buccia e cavoli e verze. Ma non limitiamoci a cucinarli: nell’arco della giornata assaporiamo dei centrifugati speciali, che contribuiscono a vitaminizzare e depurare l’organismo. Per esempio si possono centrifugare insieme carote e zenzero; oppure mele, limoni e zenzero. Queste bevande contribuiscono a energizzare l’organismo. E ancora centrifugato di sedano, carote e asparagi freschi o il vero mix depurativo, la bevanda della vitalità di Yogananda, con sedano, carote, foglie verdi (tarassaco o spinaci o cime di rapa), prezzemolo e, volendo, un po’ di mela.

Buona cosa è abbinare alla dieta depurativa un paio di bagni di sale, da fare due sere a settimana, prima di coricarsi. Per chi ha la vasca da bagno, bastano 900 grammi di sali da bagno disciolti in acqua calda. Durante il periodo di depurazione, può risultare utile, al fine di depurare l’organismo e rigenerarsi completamente, fare anche uso di un lassativo naturale, come le foglie di senna, la radice di liquirizia, la cascara sagrada, lo spino cervino, l’aloe e vera e la radice di rabarbaro. In alternativa di può procedere anche con un clistere a base di erbe.

 

Scopri i benefici dei sali da bagno e come farli in casa

 

Immagine| Theo


Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: