Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

INVECCHIARE EQUIVALE A “VIVERE LA VITA”

Ciò che conta non è l’aspetto esteriore, ma l’armonia interiore. Invecchiare bene significa prevenire, che è meglio che curare, e la miglior prevenzione o tagliandi per la vita si fanno sin da giovani, ascoltando il proprio corpo e rispondendo alle sue esigenze. Vivere ogni attimo come fosse l’ultimo.

Spesso utilizziamo od interpretiamo i vocaboli solo in senso generico o per il mero significato. Invecchiare può richiamare ad un corpo non più in forma, obsoleto, ipotonico, non accattivante, non provocante etc., ma chi l’ha detto? Immaginiamo un buon vino bariccato o un distillato ben conservato, quando lo si gusta sprizzano sensazioni, sapori dall’inequivoabile sentore di estasi.

Ecco questo è quello che dovremmo pensare di noi e del nostro corpo. Purtroppo spesso siamo legati solo all’aspetto esteriore che vediamo giorno dopo giorno modificarsi, magari pensando a quando si avevano venti o trent’anni di meno e rughe o tracce del tempo non notabili. Così facendo siamo in errore perché invecchiare felici è una ricetta alla portata di tutti, ma bisogna saper approfittare in anticipo del corpo giovane.

 

Il corpo, utile consigliere

Troppo tardi accorgersi del corpo quando questo dimostra i segni del tempo con acciacchi o malattie provocate dalla inquietudine di vita e cattive abitudini. 

Il corpo ci parla quotidianamente, ma spesso i suoi messaggi non vengono recepiti o qualificati in “ASCOLTAMI” ho bisogno di altro! La mente è fonte inesauribile di energia e di immensa gratitudine quando le concediamo di lavorare senza eccessivi stress o pressioni inopportune. Pensieri ossessivi, preoccupazioni che rimbalzano di continuo da un lobo all’altro. Certo qualcuno potrebbe dirmi, facile parlare di mettere da parte preoccupazioni, stress, ansie e corpi maltrattati. Effettivamente richiede un forte impegno soprattutto quando si è nuovi all’approccio del IL CORPO TI PARLA.

 

Invecchiare bene, ecco come

Non bisogna perdere pezzi di vita e vivere ogni attimo come se fosse l’ultimo, questa è la chiave dell’invecchiare bene. Non lasciare alle spalle questioni aperte o irrisolte, vivere ogni momento gustando immensamente quanto questo ci offre. Non esiste il male ed il bene, il bello o il brutto, ma solo vita vera da vivere che continua incessantemente a proporci scenari che possono rendere la nostra vita una commedia o una tragedia, questo dipende solo da noi.

Tutti sanno che una sana alimentazione aiuta ad invecchiare piuù serenamente e mantenerci più sani e lucidi, si ma oggi in cosa consiste una sana alimentazione. I cibi sono sempre più contaminati e artificiali oltre che trasformati con procedure industriali perlomeno discutibili. Mangiar bene potrebbe consistere nel mangiare piuù frequentemente con piccoli pasti e scegliere per esempio colazioni più ricche rispetto agli altri pasti, eliminare la frutta dai pasti principali ed introdurli a metà mattina e metà pomeriggio, mangiare sano potrebbe essere inoltre mangiare con piatti unici, ma sempre ricchi di verdure.

Al di là di queste scontate informazioni, fondamentale è mangiare con gioia e gustare il buon tempo a tavola. Non accettare pasti condivisi con persone che ci provocano ansia o disgusto,piuttosto è meglio digiunare.

Bere un giusto quantitativo di acqua naturale durante la giornata, perlomeno un bicchiere ogni ora per garantire la giusta funzionalità renale ed il giusto apporto idrico al nostro corpo che invecchia. Evitare riposini dopo i pasti, piuttosto dedicarsi a piccole attività quali modellismo, leggere, scrivere, cucire, tutto ma non dormire. La nostra digestione ne sarà grata ed il nostro corpo invecchierà piu’ allegramente. Impigrirsi non facilità l’invecchiamento, lo velocizza rallentando le nostre funzioni. 

Camminare e frequentare le rampe di scale magari contando i gradini. Organizzare anche in casa piacevoli momenti di beauty farm regalandoci dei bagni con acqua e sale grosso, accompagnati da bicarbonato e magari qualche goccia di olio essenziale di arancia amara. Accendiamo una candelina e per venti minuti scordiamoci di tutti e di tutto!!!! I ritmi sono altresì importanti quanto il peso delle attività che portiamo avanti. Il tempo passa velocemente o lentamente in base a come lo spendiamo!!

Vale la pena correre e rincorrere quello che non riusciamo a fare? Invecchiare saggiamente implica la possibilità grazie all’esperienza di scadenziare al meglio gli impegni giornalieri, quali il lavoro, sport, casa e tempo libero. Non dimentichiamoci mai di prevedere sempre del tempo per noi anche per il solo piacere del dolce far nulla. Riepilogo una ceck list di quanto appena scritto: Cio’ che conta non è l’aspetto esteriore, ma l’armonia interiore.

Prevenire è meglio che curare e la miglior prevenzione o tagliandi per la vita si fanno sin da giovani Ascoltare il proprio corpo e rispondere alle sue esigenze Vivere ogni attimo come fosse l’ultimo Mangiare quanto basta per vivere bene (meglio piccoli pasti piu’ volte al giorno) Bere un bicchiere d’acqua ogni ora Non appisolarsi subito dopo i pasti Creare piacevoli momenti di beauty farm casalinga tutti per se Non correre inultimente = non sprecare vita che va   Potrebbero sembrare punti superficiali o forse scontati, ma se li rileggete vedrete che non lo sono, anzi sono la chiave per approcciare tutte le discipline che vorrete e che magari i miei colleghi proporranno in questo numero della rivista.

Chi vi parla fa fatica ad applicarli, ma dopo una seria malattia di qualche anno fa, ha rinunciato a molte sicurezze o comodità senza compromessi per poter oggi dire che la vita ti garantisce l’eterna giovinezza se tu gli regali ARIA PULITA e splendore interiore che non vuol dire scelte estreme ma una percezione di quello che veramente la nostra anima vuole realizzare con il nostro corpo. 

Egoismo positivo, lavora e divertiti e soprattutto lascia sempre accesa la fiammella dell’amore per te per gli altri e per l’universo.

 

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: