Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

LA PIANTA BRASILIANA CONTRO LE RUGHE

Lo zucchero verde che viene dal Brasile si chiama Rhamnose ed è un estratto che fa benissimo alla pelle, la nutre dal profondo e ne esalta la bellezza naturale

La pianta brasiliana contro le rughe

I trattamenti anti età sono molti e diversi tra loro. Tra i vari trattamenti naturali esterni che conosciamo, antirughe naturali da applicare sul viso per nutrirlo in profondità, ricordiamo l’olio di carota, l’olio di avocado, la papaya, la farina d’avena, il lievito di birra, solo per citarne alcuni.

Studi relativamente recenti hanno anche dimostrato anche la grande efficacia dello zucchero come rimedio naturale contro le spesso mal sopportate rughe. In realtà non si tratta dello zucchero comune, ma di uno zucchero particolare, lo zucchero verde che viene dal Brasile. Vediamo insieme questa pianta brasiliana per le rughe e il benessere della pelle in generale.

 

Rhamnose per la pelle

Si chiama rhamnose, è un estratto zuccherino di una pianta brasiliana chiamata uncaria e vanterebbe appunto una proprietà sensazionale: quella di eliminare naturalmente le rughe. Proprio in virtù della sua capacità di agire sul derma papillare e di riattivarlo, questo zuccherò si è rivelato particolarmente prezioso. La pelle che soffre maggiormente, sempre più sottoposta a stress e all’azione degli agenti atmosferici e raggi UV, nonché all’inquinamento, è quella che si trova nello strato più superficiale, si chiama derma papillare. Il derma papillare è uno strato cutaneo molto importante, in quanto si trova in prima linea nel difficile compito di rigenerare i tessuti. Affinché possa svolgere la sua funzione rigeneratrice a dovere, deve essere mantenuto sempre attivo. Ecco qui il ruolo di questo zucchero verde: tra le varie scoperte e ricerche svolte durante gli anni, si è visto che questo zucchero vegetale chiamato rhamnose è la sostanza più efficace nel far ripartire e stimolare l'attività di quest’area del derma.

L’uncaria è dunque un vegetale prezioso per la bellezza naturale. Si tratta di una pianta che cresce nel continente sudamericano, in particolare nelle foreste di Perù, Colombia e Brasile. I test hanno dimostrato come questo tipo di zucchero contenga una concentrazione del 5%, in grado di agire contro diversi tipi di rughe, anche quelle della fronte, più difficili da trattare, già dopo poche settimane. Gli effetti si intensificano ancora di più dopo circa un paio di mesi.

Non è solo questa pianta a contenere il famoso zucchero, anche se pare essere la più efficace. Tra le altre si ricordano la betulla argentata, il ramno, da cui il nome, o spincervino e il sommacco velenoso. Prodotti a basse di uncaria o zucchero verde sono consigliati e persone dai trentacinque anni in su che vogliono migliorare la salute della pelle, assicurando giorno dopo giorno un valido contributo per rigenerarla, preservandone l’elasticità in modo naturale.

 

Le frontiere della glicobiologia

Gli zuccheri verdi non sono solo dunque dei sostituti edibili dello zucchero di canna raffinato, come nel caso della stevia, ma sono anche delle fonti importanti di bellezza, improntata su un discorso ecosostenibile e scientifico.

La glicobiologia, ovvero lo studio della struttura, della biosintesi e della biologia degli zuccheri e dei glicani, ampiamente diffusi in natura, componenti essenziali di tutti gli organismi, viene considerata come la scienza anti-età del futuro poiché, selezionando gli zuccheri sulla base della loro affinità cellulare, è possibile riattivare la giovinezza cutanea in modo mirato e realmente efficace.

 


LEGGI ANCHE
Le proprietà, gli usi e le controindicazioni dell'uncaria

 

Per approfondire:
>  Pelle matura: cosmesi naturale contro rughe e radicali liberi

 

Immagine | Public-domain-image.com

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: