Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

I CONSIGLI NATURALI DI BELLEZZA

Immaginate di avere una nonna sul web pronta a dispensare consigli naturali di bellezza. Consigliare è un'arte, l'arte della trasmissione. In questo articolo proviamo a individuare "pozioni" naturali, preparati semplici e freschi che fanno bene alla pelle e all'umore

Consigli naturali per coltivare la bellezza, consigli della nonna... ma non solo.

 

I consigli naturali di bellezza che arrivano dalle nonne

Che consigli naturali di bellezza mi dava mia nonna perché non smettessi di sentirmi attraente nonostante il passare del tempo? Questa è una domanda che tutte le donne dovrebbero farsi, c’è sempre quella cosa che diceva di fare la nonna, o che le facevano fare da piccola, che faceva così bene, da avercela raccontata mille volte! 

Per esempio una cosa che le nonne raccontavano di fare, per integrare la pelle di sostanze importanti, e dunque mantenerla, sana, pulita e senza brufoli, era quella di assumere regolarmente del lievito di birra fresco la mattina. Vi capiterà di sentirlo raccontare. 

Inoltre alcune nonne, passeggiando nell’orto, ad un certo punto prendevano la salvia e si strofinavano i denti: “questo aiuta a farti avere un sorriso bianchissimo!”, raccontavano. 

Altre nonne ancora prendevano il limone finito, dopo averlo spremuto, e si strofinavano i dorsi delle mani e ne mettevano un po’ sul viso, per far diventare la pelle chiara, luminosa e senza macchie. Oggi è importante non dimenticare questi piccoli consigli naturali di bellezza delle nonne che si applicavano praticamente quotidianamente e a basso costo, perché son spesso più validi di tutti quei prodotti messi insieme chimicamente, di cui si ignorano ingredienti e reali benefici.

 

I consigli naturali di bellezza che arrivano dalle piante

Spesso i consigli naturali di bellezza arrivano anche dalle piante, soprattutto per i consigli naturali sui capelli. In modo particolare pensiamo alle tinture: quante volte vorremmo evitare di trovarci con la cute che brucia e si arrossisce, dopo aver applicato strani miscugli coloranti, contenenti ammoniaca, acqua ossigenate o resorcine? 

A volte basta poco: un consiglio naturale sostitutivo di quello chimico per i capelli può essere una tintura a base di edera, pianta rampicante che si trova tantissimo e ovunque in Italia.

Si perché l’edera colora lo stelo del capello in modo delicati, di un nero intenso: se ne prendono le foglie, le si triturano sottilmente, fresche o anche dopo averle lasciate essiccare, e si applicano seguendo un impasto come si fa con l’henné (henné, yogurt, olio e qualche goccia di limone), che volendo si può anche aggiungere all’edera stessa, dipende dal colore che si vuole ottenere.  Si lascia l’impasto un’ora circa e poi si risciacqua: provare per credere!

 

Leggi anche Sette riti di bellezza giapponese >>

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: