Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

LE ARTI MARZIALI SECONDO L'ARTISTA COREANO DK YOO

Abbiamo intervistato il Maetro coreano DK Yoo in occasione del suo prossimo seminario in Italia. Personaggio di spicco del mondo delle arti marziali su Youtube, questo giovane maestro sembra meritare davvero le attenzioni che ha attirato fino ad adesso.

Ogni tanto emergono quasi dal niente degli artisti marziali che attirano l’attenzione e stimolano l’entusiasmo degli appassionati.

Subito nascono schiere di sostenitori e detrattori, subito circolano voci di corridoio che si ingigantiscono in un attimo.

Da qui nasce la necessità di contattare direttamente il Maestro DK Yoo, che con i suoi video si è posto al centro dell’attenzione internazionale grazie alla sua efficacia e al suo controllo del corpo che si esprime in una forma di eleganza essenziale e naturale. Essenziali e naturali sono anche le sue risposte alle nostre domande… 

 

Maestro, la sua fama è cresciuta velocemente grazie ai video su internet e ai social media. Tuttavia le informazioni sulla sua biografia in italiano sono piuttosto scarse e spesso circolano voci discordanti. Le va di raccontarci chi è e qualcosa sul suo background? Con quale spirito si è avvicinato alle arti marziali? Qual è stato il suo percorso?

Quando ero piccolo ho subito un intervento chirurgico al cervello nel 1988. Dopo l'operazione ero molto debilitato ed i miei genitori mi hanno consigliato di fare esercizio fisico per recuperare la forza fisica e mentale. E' da allora che ho iniziato a praticare il kung fu, ho iniziato ad avere contatti con vari maestri di molteplici arti marziali e negli anni  ho completato il mio percorso.

 

Leggi anche La corretta alimentazione nelle arti marziali >>

 

Molti trovano estremamente affascinante ed interessante ciò che lei definisce il "movimento a onda". Cosa può dirci a riguardo? 

"Inner wave power" significa "vibrazione del corpo interno". Di solito il corpo umano utilizza la forza dei muscoli esterni. Questo metodo è differente, si utilizza la potenza interna (tendini, ossa, strati muscolari profondi) tutto parte dall'interno del corpo. Questa potenza è diversa rispetto all'uso comune della forza muscolare, è una forza costruita, in questo modo è possibile muoversi molto più velocemente e sviluppare una potenza notevole. In oriente si chiama "qi" o "spirito". Si può sviluppare tale capacità praticando un certo tipo di allenamento.

 

Sappiamo che l'importanza di una corretta respirazione è ignorata o sottostimata nel mondo delle arti marziali. Che ruolo ha nel suo metodo?

La respirazione è molto importante. Tutto inizia con un respiro mentre si nasce e si termina proprio esalando un ultimo respiro. La respirazione è una necessità essenziale per gli umani ( e non solo ). Se si riesce a gestirla per bene si puo vivere una vita sana e e confortevole. Per me la respirazione è un ottimo strumento che collega il corpo alla mente. Se ben addestrata, la respirazione, può collegare in un tutt'uno corpo e mente e quando questo accade il movimento è libero di fluire. Solo in questo modo, unendo mente e corpo attraverso la respirazione è possibile eseguire certi movimenti. 

 

Quali sono i principi filosofici (se ce ne sono) alla radice del movimento a onda e della corretta respirazione?

La naturalezza.Non si respira artificialmente. Si respira molto naturalmente. Anche il movimento della foresta è lo stesso, naturale. Quando si collega il movimento e si respira naturalmente, si possono fare movimenti come un semplice respiro. Questo è il respiro. Questo è il movimento inner wave.

 

Qual è, secondo la sua esperienza, il ruolo della mente e delle emozioni nell'ottimizzare le potenzialità di un artista marziale?

La naturalezza. La naturalità è lo stato di più alto di comfort. Muoviti con naturalezza, pensa con naturalezza, accetta le cose naturalmente.

 

Qual è, a parer suo, il percorso ideale di un artista marziale? Quali sono le esperienze fondamentali per una corretta formazione?

Tutte le mosse sono in realta' è una. La religione è la stessa cosa. Si combatte la stessa cosa che sia giusto o no. Rispetto tutte le arti marziali. Dunque nel mio seminario partecipano molti praticanti diversi di diverse arti marziali. Tutto dipende da cosa si ricerca. Vanno bene tutte, l'importante è sempre dare il meglio di se, impegnarsi a fondo. Questa è la mia arte marziale ideale.

 

Chi può trarre giovamento dal suo metodo e dai suoi stage? Cosa si può apprendere?

Non esiste alcuna condizione. Tutti possono imparare tutto ciò che ho da offrire. Movimento naturale e pensiero naturale. Si puo imparare la naturalezza che non si attacca ai risultati.

 

Tornerà spesso in Italia o in Europa?

Sto svolgendo un tour europeo da maggio. Tutti i seminari sono organizzati in Europa fino a novembre di quest'anno.  Continuerò a tenerne fino a quando ne avrò la possibilità. Voglio trasmettere la mia filosofia e il mio movimento a molte persone ma voglio farlo nel rispetto tutte le arti marziali e di tutte le filosofie.

Abbiamo visto un video dove descriveva il suo stile di vita e di alimentazione: niente sale, niente fumo, niente bevande energetiche, no ai tatuaggi, e niente caffè. Può dirci di più a riguardo? 

Io mangio di tutto, tutto ciò che non mi arreca danno, non distruggo la mia salute (fumo, droga, alcolici). È meglio evitare di danneggiare il corpo più possibile, bisogna preservare la salute ed il nostro corpo deve essere in una condizione più sana possibile per mantenere una mente sana. Quindi il cibo per noi nocivo puo danneggiare i nostri corpi e le nostre menti.

 

(Dk Yoo Italia Official ha creato un sito ufficiale per informare tutti gli interessati dei seminari che si svolgeranno nel mondo: www.dkyooitalia.com ) 


Leggi anche l'intervista a Giuseppe Granieri sull'alimentazione nelle Arti marziali >>

 

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: