Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

KUNG FU, LE SCUOLE MENO CONOSCIUTE

Sono innumerevoli e con un struttura di stili e sottoscuole che sfida ogni ordine sistematico. Il kung fu, specie nella madre patria cinese, offre un'infinita gamma di stili legati a diversi aspetti marziali da sviluppare.

Storia

In Occiente il termine kung fu è usato in riferimento a uno specifico numero ristretto di arti marziali cinesi, ma in realtà in Cina col termine kung fu si intende qualcoasa di diverso, tutte le discipline che tendono all’aquisizione di una specifica abilità.

Il termine cinese per arti marziali in senso stretto è wushu, ovvero arte della guerra. Parliamo quindi di termini generici che racchiudono al suo interno un’infinità di scuole differenti nella filosofia, negli intenti e nelle metodologie.

Esistono certamente scuole più famose di kung fu, rese tali dal cinema di Hong Kong, da Bruce Lee e dalla maggiore diffusione della loro pratica, non bisogna infatti dimenticare che molte scuole di kung fu erano e sono ancora segrete.

Tra le scuole più famose rientrano senz’altro:

> lo shaolinquan, la scuola shaolin con metodi di allenamento rigorosi, quasi monastici, basati sulla tradizione buddista cinese e sulle leggende dei cinque animali;

> il taijiquan, stile interno basato sull’alchimia taoista cinese, basato su forme dolci e mirante all’immortalità; lo xing yi, un aggressivo stile del nord basato su linee rette;

> il baguazhang, basato sull’energia generata dai movimenti circolari;

> il wing chun, molto praticato anche in occidente e considerato un’efficace forma di autodifesa;

> e il sanda, o boxe cinese, l’aspetto sportivo del kung fu simile alla kickboxing con in aggiunta le proiezioni.

 

Leggi anche L'abbigliamento per le arti marziali >>

 

Scuole meno conosciute

Ma il mondo del kung fu è composto da un sottobosco di stili segreti o poco conosciuti anche se efficaci e peculiari. Scopriamone alcuni interessanti. 

Piguaquan
Letteralmente “colpo del palmo che taglia”, è uno stile del nord, esplosivo, basato sulle lunghe distanze e con un'enfasi sui colpi di palmo a mano aperta. E’ composto da movimenti gentili ed eleganti, e l’energia viene generatea dalla rotazione del busto.

Hung ga
Si tratta di uno stile di kung fu cantonese, fortemente basato sulla posizione del cavaliere e in qualche modo associato allo shaolin. Include delle potenti tecniche di mano, incluse i cosiddetti “pugni di ferro”.

Choy li fut
E’ uno stile relativamente giovane, di soli due secoli, che rappresenta un insieme di tecniche scelte dai vari stili di kung fu del nord. Vi troviamo forti pugni, movimenti circolari e rotazioni. Nel choy li fut troviamo un intenso lavoro sul footwork. Adatto al combattimento multiplo.

Fanziquan
Stile antico, basato sulla cortissima distanza e sulla estrema velocit delle mani, paragonata al cadere delle gocce di pioggia.

Mianquan
Significa “pugno di cotone”, una chiara allusione al suo stile completamente soffice e rilassato per diventare rigido solamente al momento dell’impatto. E’ uno stile basato sull’aderire all’avversario.

Mizuquan
E’ anch’esso uno stile antico, molto acrobatico, basato sui colpi a lunga distanza e a piena estensione, retaggio di un’epoca in cui le armi bianche erano comunemente coinvolte.

Huaqua
Stile completo e codificato sin dall’antichità, comprendente un numeroso insieme di forme. Si basa sulla fluidità dei movimenti ed à relativo allo studio del qi gong e del chin na. Ha un aspetto esoterico e molte sue forme rappresentano stadi dell’alchimia taoista.

Ziranmen
Un interessante stile del nord nel quale la respirazione qigong è si estrema importanza. Nella sua pratica anche la meditazione è inclusa e uno dei suoi scopi è il completo controllo della mente. Si basa su combinazioni veloci di colpi e durante gli allenamente e’ comune allenarsi con degli anelli metallici.

Fu Jow Pai
E’ una scuola del sud, quella degli artigli di tigre, molto aggressiva, che include prese, graffi, colpi di palmo e di dita.

Choy gar
Un curioso stile di autodifesa cantonese, un misto tra lo stile del serpente e quello del ratto, in cui sia i passi che i movimenti di braccia sono velocissimi. La posizione del baricentro e’ molto bassa per generare energia.

Chuojiao
Stile particolare, comprendente una vasta gamma di salti e di calci, che associa ogni colpo ad un passo in una serie interminabile di combinazioni chiamate “stelle cadenti”, che non lasciano tempo di recuperare all’avversario.

 

Leggi anche Le arti marziali giapponesi >>

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: