Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
Aromaterapia e oli essenziali

GLI OLI ESSENZIALI NELL'AROMATERAPIA SOTTILE

L’Aromaterapia sottile si occupa dell’assunzione degli oli essenziali per via aerea. L’olfatto è un canale di percezione della realtà diretto e ancestrale: l’olio essenziale, come qualsiasi aroma, penetra nel corpo ed arriva alla psiche, raggiunge la corteccia cerebrale senza essere filtrato dal talamo nella sua interezza e purezza, fatta di emozioni, sensazioni, che possono essere rievocate in un tempo diverso, solo esperimentando lo stesso profumo.

Di Elisabetta Milani 11163 Speciale

Gli oli essenziali e l'olfatto

È importante in questo approccio considerare la volatilità dell’olio essenziale, cioè la velocità con cui evaporano una volta entrati in contatto con l’aria.

Il grado di volatilità è diverso a seconda del tipo di olio: nel 1800 Septimus Piesse aveva applicato agli aromi una classificazione musicale nella ricerca di armonizzare i profumi. Ancora oggi è rimasta la distinzione in olii essenziali dalle note alte o di testa, dalle note medie o di cuore e dalle note basse o di base, in funzione della diversa velocità di volatilizzazione.

L’odorosità degli oli essenziali è la loro caratteristica più evidente, ovvero la capacità del nostro sistema olfattivo di rilevarli come odori/profumi. Il profumo viene percepito ed immagazzinato nella memoria, infatti il nostro olfatto è in grado di metterci in contatto con la nostra sfera più primitiva e istintuale dove risiede una memoria ancestrale ricca di collegamenti emotivi legati alla sensorialità più profonda, quella data dal gusto e dall’olfatto.

La mucosa olfattiva percepisce infatti anche i sapori ed è attraverso le cellule olfattive che gli stimoli chimici vengono trascritti in impulsi elettrici che trasmettono il messaggio ad altri distretti cerebrali, in particolare il sistema limbico dove risiedono modelli immagazzinati di stati emotivi, umorali, sessuali, alimentari.

Questa catena di reazioni e risposte avviene in tempi infinitamente rapidi, 300-400 millesimi di secondo. Per la medicina ayurvedica il naso rappresenta la porta del cervello e della coscienza!

 

I benefici e le controindicazioni dell'aromaterapia