Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

GLI OLI ESSENZIALI PER AIUTARE LE DIFESE IMMUNITARIE

Oltre ai rimedi fitoterapici stimolanti il nostro sistema immunitario, possiamo integrare anche l’uso di particolari oli essenziali dalle proprietà antibatteriche, antivirali e tonificanti

Gli oli essenziali sono potenti rimedi che hanno indicazioni molto diverse fra loro e possono rappresentare un valido rimedio per stimolare il nostro sistema immunitario e proteggerlo dagli attacchi esterni di batteri e virus di stagione, ma anche da degenerazioni interne che colpiscono per esempio lo stomaco, come l’helycobacter pilori, o l’escherichia coli nelle vie urinarie.

Vediamone alcuni nel dettaglio, da tenere sempre con noi e da usare scrupolosamente in base alle posologie e modalità suggerite.

 

Olio essenziale di limone

L’olio essenziale di limone, il cui nome botanico è citrus limonia, viene estratto dalla parte esterna delle bucce per spremitura a freddo, (dalle sue foglie viene invece estratto l’olio essenziale di petitgrain di limone).

Il profumo di questo olio essenziale è fresco, agrumato, una spiccata nota di testa. L’energia che ne connota l’azione è di natura Yang, secondo la medicina tradizionale cinese, quindi forte, maschile, solare, in totale accordo simbolico con il limone.

 

Proprietà dell’olio essenziale di Limone

L’olio essenziale di limone è stimolante, antireumatico, antisettico, depurativo, tonico venoso, antiinfiammatorio, tonico immunitario, vermifugo.

È indicato per casi di infezione delle cavo orale, influenza, reumatismi, stasi venosa, difficoltà digestive. L’olio essenziale di limone possiede un effetto astringente: asciuga “l’eccesso di umidità e di umori”. Infatti è utile per decongestionare, drenare e tonificare i tessuti soggetti a stasi venosa e linfatica.

A livello topico è un depurativo, cicatrizzante ed elasticizzante della pelle grassa con problematiche di acne. In caso di verruche di mani e piedi agisce da vermifugo da utilizzare puro con un cottonfioc direttamente sulla parte infetta.

A fronte di tutte queste proprietà, l'olio essenziale di limone è in grado di rafforzare il sistema immunitario e di proteggerlo dall'attacco di virus e batteri, anche solo attraverso un utilizzo esterno legato all'aromaterapia.

 

Uso dell’olio essenziale di limone

  • 5 gocce di olio essenziale di limone in un diffusore d’ambiente sono utili per purificare l’ambiente da odori sgradevoli, disinfetta e rilassa.
  • In un cucchiaio di miele 2 gocce di olio essenziale di limone per uso interno
  • 3-4 gocce nell’acqua della vasca per bagni aromatici

olio essenziale limone

 

Olio essenziale di eucalipto

L’olio essenziale di eucalipto, il cui nome botanico è Eucalyptus Globolus, è uno dei 700 tipi di eucalipto ed è quello maggiormente utilizzato da un punto di vista medicinale per il suo alto contenuto di eucaliptolo.

L’olio essenziale viene estratto dalle foglie e dai rametti terminali per distillazione in corrente di vapore. Il profumo è forte, un po’ canforaceo, legnoso. È governato da un'energia Yin, pesante, molto tererna e forte, poco dispersiva.

 

Proprietà dell’olio essenziale di Eucalipto

L’olio essenziale di Eucalipto svolge azione anticatarrale, espettorante, mucolitico, antisettica, analgesica, febbrifuga, antiparassitaria, insettifuga.

È quindi indicato per i processi infettivi del cavo orale e delle vie respiratorie in genere, come tracheiti, raffreddori, faringiti, tosse, punture d’insetto.

 

Uso dell’olio essenziale di Eucalipto

Se ne consiglia un utilizzo solo per via esterna, poiché internamente può manifestare tossicità.

  • 5 gocce di olio essenziale in un diffusore per purificare l’aria e gli ambienti
  • per frizione sotto i piedi con 2-3 gocce diluite in un olio vettore. Il piede è un conduttore di oli essenziali e delle loro principali proprietà antinfiammatorie e disinfettanti.

 

olio essenziale eucalipto

 

Scopri anche l'azione dell'echinacea sulle nostre difese immunitarie

 

Un altro rimedio per il sistema immunitario: l'estratto di semi di pompelmo

Agli oli essenziali sopradescritti desidero associare un importante rimedio naturale che non rientra nella stessa famiglia, ma è un estratto dalle potenti proprietà antibatteriche: l’estratto di semi di Pompelmo.

Si ricava dai semi e dalle membrane del frutto disidratato e lo possiamo trovare in commercio sia in estratto fluido sia in estratto secco, a volte anche abbinato all’olio essenziale di tea tree.

Lo si utilizza per via interna e non presenta nessuna tossicità. Il sapore è secco, amaro e non tutti i palati lo gradiscono facilmente. Il trucco è di sciogliere le sue gocce in un succo di pompelmo o di arancia!

 

Proprietà dell’estratto di semi di pompelmo

L’estratto di semi di Pompelmo è ricco di bioflavonoidi, di esperidina, di Vitamina A,C e E e sali minerali, come Zinco, e selenio. Svolge un’azione antinfiammatoria, antiallergica, è un immunostimolante, antivirale, antimicotica, antiossidante.

Ne è indicato l’utilizzo ai cambi di stagione per strutturare le difese naturali dell’organismo. È in grado di combattere l’helycobacter pilori un microrganismo che può infiammare la mucosa gastrica e causare l’ulcera.

È utile come cura post antibiotica per difendere la flora batterica intestinale ed aiutarla a ricompattarsi. La sua fama è legata alla capacità di contrastare batteri come l’Escherichia Coli causa di infezioni delle vie urinarie come cistiti e prostatiti.

È efficace anche in caso di Herpes simplex e odiose micosi della cute come la Candida Albicans. Insomma un potente rimedio da utilizzare sia in via preventiva sia come pronto intervento e da non farci mai mancare.

 

Uso dell’estratto di semi di pompelmo

  • In caso di cura preventiva utilizzare il rimedio in forma graduale: iniziare con 5 gocce diluite in un bicchiere di acqua o succo 3 volte al giorno prima dei pasti principali, e ogni giorno aggiungere una goccia fino ad assumerne 15 per volta per una settimana, poi a ritroso ridurre il quantitativo di una goccia al giorno fino a scendere a 5 gocce per volta e sospenderne l’assunzione. Questa pratica effettuata ad ogni cambio di stagione rafforzerà il nostro sistema immunitario.
  • In caso di pronto intervento assumere dalle 20 alle 30 gocce 3 volte al giorno ben diluite in un bicchiere d’acqua o altra bevanda non alcolica o gassata.

 

Come rinforzare il sistema immunitario: prevenire è meglio


Per approfondire:

> Tutti gli oli essenziali

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: