Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

COME DISTILLARE LA LAVANDA

L'olio essenziale di lavanda ha proprietà curative e rigeneranti. Scopriamo come distillare questa pianta per ottenerne un alleato di bellezza e salute.

Gli oli essenziali sono la miscela che cattura e conserva le proprietà benefiche delle piante e sono sicuramente a più alta concentrazione rispetto ad altre formule di origine officinale. Contrariamente a quanto si possa immaginare, però, queste essenze sono piuttosto difficili da realizzare in casa.

Per ottenere il succo oleoso di una pianta, infatti, occorre comprendere a pieno il funzionamento del distillatore, strumento quasi unico per l'estrazione dell'essenza.

Occorrono circa 100 g di fiori per produre circa 600 ml di olio essenziale. La pianta, prima di essere posta all'interno del distillatore, deve essere ripulita da insetti e da traccia di altre piante. 

Il distillatore di base è formato da due ampolle. Nella prima si mette a bollire l'acqua, questa a sua volta è collagata a un'altra ampolla in cui vengono collocati i fiori di lavanda. L'ampolla contenete acqua andrà messa sul fuoco fino a ebollizione così che il vapore prodotto possa raggiungere i fiori che sprigioneranno così la loro essenza.

Questo procedimento avviene grazie all'incontro tra vapore acqueo ed essenza del fiore e termina con quest'ultima miscela prodotta che raggiunge un piccolo contenitore tramite serpentina. 

A questo punto, l'olio essenziale si deposita in superficie in quanto la sua densità è inferiore rispetto a quella dell'acqua.

Oltre all'olio essenziale, esistono altri modi per utilizzare e valorizzare le proprietà di questa pianta per favorire mente e fisico. Tra tutti, l'acqua di lavanda.

 

Come distillare la lavanda, l'acqua di lavanda

Preparare l'acqua di lavanda è un procedimento più semplice, occorre però prestare attenzione alle quantità degli ingredienti: bisogna procurarsi 85 ml di acqua distillata, 28 ml di amamelide o di vodka (che faranno da conservanti e aiuteranno l'olio di lavanda ad amalgamarsi con l'acqua) oltre che olio essenziale di lavanda.

Agitando bene tutti questi ingredienti, si otterrà un composto molto utile per usi domestici: l'acqua di lavanda è infatti consigliata su biancheria, vestiti o sul cuscino per curare l'insonnia grazie ai suoi effetti calmanti; in questo modo, si possono anche alleviare i sintomi dello stress e rinfrescare l'aria.

 

Leggi anche Lavanda, tutti gli usi >>

 

Gli effetti benefici della lavanda

La lavanda è una pianta del genere Lavandula della famiglia della menta. E’ una pianta erbacea aromatica che produce fiori dal tipico colore tra l'azzurro e il lilla. Ricca di proprietà benefiche, può essere utilizzata per cure di bellezza oltre che che come rimedio naturale: questo fiore, è infatti ottimo alleato in caso di scottature della pelle e contro la nausea e dolori intestinali.

L'olio essenziale funziona benissimo come rilassante, non per niente viene utilizzato per durante i massaggi al fine di decontrarre la muscolatura. Ancora, la lavanda allevia il mal di testa quando questo è provocato da stress e tensione, è sufficiente strofinare una o due gocce sulle tempie per ottenere già un primo sollievo.

L'olio essenziale di vera lavanda ha proprietà curative e rigenerantiPuò trattare molte infezioni della pelle per via delle sue virtù rilassanti e lenitive.

Ancora, se utilizzato in acqua bollente per le inalazioni di vapore, apporteremo notevoli benefici all’apparato respiratorio. E' proprio per questo che l'olio essenzile di lavanda è consigliato a chi soffre di asma.

Infine, i fiori essiccati possono essere utilizzati per la preparazione di oleoliti, infusi e decotti curativi da impiegare per il lavaggio di ulcere e ferite. 

Tra la moltitudine di specie che vi si trovano, 25 sono native della regione mediterranea e 30 dell'Africa tropicale e dell'India sud-orientale.

Tuttavia, la lavanda viene solitamente coltivata nei giardini e si trova in natura in tutto il mondo. Viene anche coltivata a fini commerciali e il suo olio essenziale viene estratto principalmente per l'uso di profumi.

 

Leggi anche Come orientarsi tra i prezzi degli olii essenziali >>

 

Foto: juriskraulis / 123RF Archivio Fotografico

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: