Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

OMEOPATIA E DISTURBI

Ansia e omeopatia

A cura del Dott. Francesco Candeloro

 

L'ansia è uno stato emotivo caratterizzato dalla sensazione di minaccia e pericolo imminente. Accompagnata da sintomi come vomito, diarrea e svenimenti, può somatizzare anche a livello di vari organi. Scopriamola meglio.

Ansia, rimedi omeopatici

 

 

Cause e sintomi dell'ansia

L’ansia è uno stato emotivo caratterizzato da una sgradevole sensazione di minaccia e di pericolo imminente, che viene considerata patologica quando esiste una evidente sproporzione tra l’evento scatenante e la reazione che lo provoca.

Talvolta, poi, questa reazione appare talmente sproporzionata, da configurare il quadro caratteristico degli attacchi di panico, in cui le funzioni cognitive della persona (attenzione e memoria) appaiono decisamente compromesse.

Gli stati d’ansia acuti o transitori, oltre ad una alterazione delle facoltà cognitive, si associano anche a disturbi che coinvolgono il sistema neurovegetativo e che comportano – di volta in volta - palpitazioni, fame d’aria, nausea, diarrea, stimolo frequente alla minzione, tremori, capogiri e sensazione imminente di svenimento.

Nelle forme croniche di ansia prevalgono invece alterazioni temperamentali ricorrenti, come irritabilità, tensione e ipersensibilità agli stimoli; problemi di insonnia e, in particolare, somatizzazione a livello di vari organi  e apparati (fibromialgia, sindrome dell’intestino irritabile, ipertensione arteriosa, aritmie, esofagite, gastrite, disfunzione degli organi genitali, ecc).

L’ansia è un disturbo che accompagna di frequente numerose sindromi di pertinenza psichiatrica, come diverse forme di nevrosi, numerosi stati depressivi, ed è di ricorrente osservazione in numerose manifestazioni psicotiche.

L’ansia, infine, accompagna sempre disturbi e malattie che si manifestano con sintomatologia improvvisa e grave, come l’infarto e le lesioni cerebrali (ansia organica).

 

L'ansia si accompagna spesso a stati depressivi. Approfondisci i rimedi naturali per la depressione

Depressione, rimedi naturali

 

I rimedi omeopatici per l'ansia

Praticamente tutti i rimedi omeopatici principali possono essere utili nella cura degli stati di ansia, dal momento che questa è quasi strutturale all’essere umano nel corso della sua esistenza terrena, mostrando delle fasi di accentuazione in determinati frangenti e fasi della vita.

Pertanto i rimedi per curare l’ansia faranno la loro comparsa, costituzionalmente, in tutte quelle età dell’uomo in cui si verificano cambiamenti organici o personali, così come prima di avvenimenti importanti, competizioni, e comunque di eventi o situazioni particolarmente stressanti e coinvolgenti.

Frequentemente poi l’ansia è esacerbata da traumi affettivi che configurano un quadro di perdita o di distacco, e in cui sono presenti, a vario grado, espressioni di abbattimento, frustrazione, afflizione, rancore o risentimento, per ognuna delle quali è possibile individuare, omeopaticamente, sempre un rimedio diverso e, proprio per questo, sovente risolutivo.

Proprio per la tendenza di questi quadri poi, soprattutto nelle forme croniche, ad assumere aspetti che coinvolgono a vario grado diverse funzioni e organi, numerosi e differenti sono i rimedi utili in questi casi, che si differenzieranno sulla base di caratteristiche distintive e peculiari dei disturbi, oltre che, ovviamente sulle circostanze ambientali e personali - questa volta persistenti - che li avranno favoriti e/o complicati.

Se dunque le situazioni più croniche e stabilizzate, oppure facenti parte di quadri psichiatrici definiti, esulano, per le ragioni appena spiegate, dalla presente trattazione, quadri transitori di ansia beneficeranno di rimedi diversi, a seconda della situazione scatenante. E così:

  • Aconitum è il rimedio di sintomi che si verificano in concomitanza di disturbi e malattie insorti intensamente e improvvisamente;
  • Argentum nitricum interviene tutte quelle volte in cui l’ansia paralizza la persona prima di prestazioni o competizioni;
  • così come Gelsemium, in cui però lo stato di prostrazione e di intorpidimento mentale sono decisamente più evidenti.

Ignatia invece è il grande rimedio, insieme ad Arnica, dei traumi affettivi: in Ignatia, tuttavia, sono  più evidenti i sintomi del sistema neurovegetativo, come tachicardia, palpitazioni, disturbi viscerali che coinvolgono l’apparato digerente, urinario o genitale, mentre in Arnica lo stato di abbattimento e di dolore arriva a coinvolgere tutto il corpo, che appare come percosso e indolenzito, nel corso di traumatismi che, a differenza di Ignatia, si verificano in maniera improvvisa e inaspettata.

 

LEGGI ANCHE
Affrontare l'ansia con gli integratori naturali alimentari

 

Altri articoli sull'ansia:
>  Rimedi di erboristeria per l'ansia
>  Affrontare l'ansia e gli attacchi di panico
>  Curare l'ansia con i fiori di Bach
>  I rimedi ayurvedici per l'ansia

Attacchi d'ansia, i rimedi di pronto intervento

>  Gli asana contro l'ansia

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy