Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

GLI SPORT CHE MIGLIORANO LA COORDINAZIONE

Dal palleggio alle bracciate del nuoto, dal basket fino allo stretching fatto con impegno ecco le attività che aiutano il corpo a sviluppare coordinazione e mantenere un buono stato di salute e ricettività

Coordinare significa ordinare insieme, ovvero integrare gli stimoli, programmare il movimento di risposta e poi provvedere all'esecuzione e molti altri processi che implicano l'attivazione di varie sinapsi.

Vediamo insieme quali attività sportive contribuiscono al miglioramento dello stato della coordinazione e propriocezione nel soggetto sportivo e amatoriale


Gli sport per la coordinazione  

Vediamo insieme quali sono gli sport più indicati per dare armonia alle azioni che partecipano al movimento coordinato.

 

Il nuoto  

Il nuoto è una pratica fisica ottima per armonizzare i vari processi parziali che avvengono nel movimento. L'azione combinata di braccia, gambe e testa è tenuta da una gestione consapevole del respiro.

Si esplora la propria gallegiabilità e si ha un approccio completamente diverso al lavoro con la gravità e all'interno di un fluido con la sua propria resistenza.

Se si viene seguiti da un istruttore o un'istruttrice si ha la possibilità di avvicinarsi gradualmente al modello di movimento preciso, quale che sia lo stile scelto. 

 

Il basket 

I palleggi consecutivi a terra che si eseguono in una partita di basket sono un ottimo esempio di esercizi di sviluppo alla coordinazione, considerando il movimento nello spazio, la gestione dell'imprevisto e del tentativo di prendere la palla da parte di avversari.

Attenzione visiva e rapidità di azione sono continuamente sollecitate. Molti esercizi di avviamento al basket presuppongono l'allenamento dell'equilibrio statico e dinamico.


Il palleggio prima della pallavolo 

Prima di diventare dei cestisti o dei pallavolisti seri, si può partire dal lessico base del palleggio. Senza troppi virtuosismi, forniti di una palla medica basta lanciarla contro al muro da una distanza breve; meglio sceglierne una che pesi almeno circa due chilogrammi ed è consigliabile stare circa almeno lontano dal muro un metro.

Si può poi progredire nell'allenamento andando a fare palleggi vari contro il muro con una mano per volta a meno di 30 centimetri dal muro. Quando si gioca in una squadra, il livello di coordinazione richiesto è maggiore e aumentano anche gli imprevisti da gestire.

 

La stability ball  

Non è un vero e proprio sport, diciamo che la pratica fisica associata è la discipina del Pilates. L'allenamento sulla sfera consente di allungare le catene cinetiche della schiena e potenziare l'addome, cosa che influisce positivamente su tutto il sistema.

Viene chiamata anche fit ball o palla svizzera, e il suo uso prevede programmi di potenziamento muscolare e coordinazione motoria. Insieme alla coordinazioen si allenano anche forza, flessibilità, agibilità. Consigliato anche l'uso congiunto di una tavoletta propriocettiva.

Vivamente consigliato anche l'allenamento con la Fluiball.

 

Coordinazione e respirazione 

Si parla poco di quanto importante sia onorare la connessione tra coordinazione e respirazione. In altre parole, non vi è processo di azione coordinata che non sia fortemente coadiuvato da una respirazioen consapevole del respiro.

Tempi, durata e intensità del movimento possono essere gestiti al meglio se il respiro è condotto con consapevolezza.

Respirare bene significa incrementare sia la coordinazione intermuscolare (modulazione di tempi, ordine e sincronie del gesto sportivo), la coordinazione intramuscolare (che tiene conto delle unità motorie di un determinato muscolo che si attivano in una singola contrazione) e la coordinazione neuromuscolare (gestione del rapporto muscolo-impulso).

La giusta respirazione porta verso un atto motorio fluido e consapevole. 

 

Scopri l'allenamento calisthenics, utile anche migliorare la coordinazione

 

 

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: