Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

LE ORIGINI DEL DARUMA TAISO

Metodologie orientali per il benessere psicofisico: il Daruma taiso

La diffusione del Daruma Taiso dall’India al Giappone è legata a quella del Buddismo Zen e delle arti marziali di matrice Shaolin arricchendosi, nel corso della sua evoluzione, dell’antica tradizione Taoista cinese che proponeva un sistema di vita in accordo con le leggi della natura. Daruma Taiso prende il nome dal saggio Bodhi Daruma che viene considerato il patriarca del Buddismo Zen.

Si dice che Daruma abbia soggiornato nel 6° sec. d.C. nel monastero Shaolin dove insegnò delle tecniche Yoga ed esercizi di respirazione denominati Ekikin Kyo. Scopo di questi esercizi era lo sviluppo e il rinvigorimento dell’energia vitale o Ki nei monaci del tempio provati dalle lunghe sedute di meditazione. In Cina venivano praticati da secoli esercizi per la salute come il Gokinki, che imitava gli atteggiamenti di cinque animali a scopo curativo e preventivo, e le tecniche di longevità taoista che, tramite pratiche respiratorie, fisiche e meditative, miravano a migliorare la salute e a conservare nel tempo la vitalità del praticante e che hanno dato origine al Do-in e al Chi Kung tutt’ora praticati.

Molto diffusa, specie nell’ambiente marziale, era inoltre la serie di otto esercizi denominata Hachidankin o Patwanchin creata dal generale Yueh Fei nel 12° secolo e ancor oggi praticata. Nel 19° sec. il Maestro Kanryo Higashionna, insieme al metodo di Kung Fu imparato durante il suo lungo soggiorno in Cina, introdusse a Okinawa anche tutta questa tradizione per la salute che da allora fa parte del curriculum dei praticanti di Goju-ryu. Chojun Miyagi, il miglior allievo di Higashionna, organizzò e modificò gli esercizi cinesi in modo che gli stessi potessero aiutare a perfezionare le tecniche di Karate di chi li praticava, pur mantenendo inalterata la loro efficacia nel promuovere la salute del corpo e della mente.

Il Maestro Toshio Tamano ha organizzato tutti questi esercizi in un sistema che ha denominato, in onore al maestro che visitò il tempio Shaolin nell’antichità, Daruma Taiso (“Esercizi di Daruma”) ed ha introdotto nuove posizioni Yoga, gli esercizi da eseguirsi in coppia e tecniche di difesa personale. Grazie al suo contributo, Daruma Taiso può ora essere praticato da chiunque, uomo o donna, senza limiti di età, anche senza essere praticante di Karate.

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: