Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

MALLAKHAMBA, LO SPORT INDIANO

Il mallakhamba è uno degli sport tradizionali indiani più antichi, ed oggi sta vivendo un revival. Scopriamo di che si tratta.

L’India è certamente famosa per le sue discipline legate al benessere, come lo yoga e l’ayurveda, oppure per la sua ricchezza spirituale che ci ha regalato religioni e filosofie come il vedanta, il tantra, la corrente bakthi eccetera.

Non è certo famosa per i suoi sport tradizionali, tra i quali però pian piano si sta facendo strada il mallakhamba (pronuncia: mallakhamb), particolare disciplina sportiva che si pratica su di una pertica o, più raramente su di una corda, sulla quale si eseguono figure artistiche legate alla ginnastica, alle asana dello hatha yoga, e alla lotta indiana.

Difatti, preso alla lettera, il nome mallakhamba significa “lottare con la pertica”, e le prime documentazioni a riguardo risalgono a testi del 1100 dopo Cristo. Eppure questa disciplina molto esigente in termini di forza, equilibrio, flessibilità, agilità e coordinazione, non impressionò molto i colonizzatori inglesi. E' solo adesso, però, che questa disciplina sta venendo alla luce con nuova curiosità anche all’estero.

 

I benefici del mallakhamba

Questo sport ha infatti qualità particolari: i suoi praticanti rinforzano tutti i muscoli del corpo. Non sono soltanto le braccia a lavorare, anche con le sole gambe ci si aggrappa alla pertica.

L’esecuzione di numerose forme ed il passaggio fluente dall’una all’altra a grande altezza, contribuisce fortemente a rinforzare anche il collo, gli addominali e tutti i muscoli della schiena.

Ma forza, lo sappiamo, non è sinonimo di massa... come accade per il body building! Al contrario, la pratica del mallakhamba è ideale per chi vuol mantenere un fisico asciutto pur sviluppando una grande forza fisica dovuta alla continua tensione data dall’esibirsi appeso a grande altezza su di una pertica, il tutto a ritmo di musica.

 

Leggi anche Le arti marziali indiane >>

 

Il mallakhamba oggi

Da circa 60 anni il mallakhamba è in India uno sport competitivo, dove diverse scuole si affrontano e dove ogni figura sulla pertica ha un differente livello di difficoltà, potremmo definirlo come la versione verticale della trave olimpica, molto simile agli esercizi della pertica cinese, famosa arte circense.

Sulla pertica viene applicato un sottile strato di olio speciale, per ridurre al massimo l’eventuale attrito che la pelle dell’atleta subirebbe a contatto col legno di tek.

Oggi che nel mondo la pole dance, la danza sulla pertica, generalmente disciplina considerata esclusivamente femminile, ha un grande successo in varie nazioni, si è sviluppato un nuovo interesse verso il mallakhamba: da un lato per ampliare il repertorio degli esercizi e delle figure da aggiungere alle performance di pole dance, dall'altro per dedicarsi ad una disciplina con connotazioni meno sessuali e mondane, e di conseguenza più orientate verso il benessere dell’individuo, ed il controllo sul corpo e sulla mente.

Negli Stati Uniti, negli ultimi tempi il mallakhamba viene sempre più praticato ed associato allo yoga e alla ginnastica, un po’ come accade all’acroyoga.

Chiamato talvolta Acrobatic Pole Yoga o più semplicemente pole yoga (yoga sulla pertica), viene preso dal suo contesto molto tradizionale indiano, sgrossato, raffinato ed adattato ad un gusto moderno, spesso addolcendolo con aggiunte di esercizi da altre discipline simili, e completato con studi anatomici sistematici, per lo sviluppo di specifici muscoli.

 

Leggi anche La danza dello yoga >>

 

Foto: MallakhambIndia

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: