Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

4 ESERCIZI PER IL TORCICOLLO

Dove c'è un blocco si deve portare energia e quindi movimento. Quattro movimenti base per il tratto cervicale che sono anche esercizi infallibili per mandare via sintomi o avvisaglie del famigerato torcicollo

Il collo è un concentrato di vertebre, legamenti, muscoli, nervi e ghiandole (la tiroide) con funzioni e interattività sbalorditive.

L’origine del dolore del torcicollo può derivare dalla contrattura dei muscoli laterali del collo, da un semplice spasmo muscolare dopo raffreddamento o dall’artrosi (calcificazioni intorno alle articolazioni e corpi vertebrali).

Una postura scorretta o la presenza di un'ernia cervicale sottovalutata possono sovraccaricare l'articolazione e alterare molto la fisiologia.

Gli esercizi che vi proponiamo per abbattere il torcicollo presuppongono delle condizioni:

  • la costanza.
  • la frequenza durante la giornata, almeno due volte al giorno.
  • la sensazione da ricercare in autonomia: occorre aiutarsi con le proprie mani e con la respirazione, sentire che non si sta muovendo solo a livello locale, ma si agisce su tutto il sistema. 

Mettetevi seduti, schiena dritta, mani alle ginocchia.

Per i disturbi del collo prova anche la riflessologia plantare

Primo esercizio: rotazione

Respirate profondamente. Chiudete gli occhi, centratevi. Portate la testa a destra e sinistra lentamente. Non inclinate il mento, mantenete una linea ideale che sia perpendicolare al pavimento. 

 

Secondo esercizio: flessione 

L'obiettivo è portare l'orecchio destro verso la spalla corrispondente e poi ripetere a sinistra. E' necessario usare qui grande ascolto. Ricordate che il respiro scioglie e cura. 

 

Terzo ersercizio: estensione

Il mento cerca lo sterno verso il basso e mantenete la posizione per qualche secondo. Non si fa mai l'inverso, non si va indietro con l'occipite che cerca un punto posteriormente. 

 

Quarto esercizio: traslazione

La testa rimane fissa e voi portate avanti e indietro il mento. Potete immaginare di essere dei bravi mimi che lavorano scomponendo il movimento base avanti/indietro.

 

Consigli per evitare il torcicollo 

Non togliete la sciarpa anche se i primi raggi caldi di sole primaverile si fanno sentire. 

Imparare a rilassarsi è un lavoro indispensabile per chi soffre di questo disturbo; un imperativo che sul lungo periodo porta innumerevoli benefici. Per questo può essere utile seguire lezioni di Qi gong tenute da maestri esperti che sappiano guidare l’immaginazione volta a veicolare il respiro e l’attenzione tra le diverse parti del corpo.

Consigliamo pratiche come il nuoto o lo yoga (da eseguire sotto la guida di un o una professionista competente, non qualcuni che vi introduca a posizioni non idonee al vostro caso).

Possono anche risultare efficaci dei massaggi decontratturanti, magari utilizzando dell’olio di rosmarino, che depura e allevia i dolori, oppure dell’olio di arnica montana. 

 

Prova anche gli esercizi yoga per la cervicale

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: