Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

ALLENARSI CON UN ASCIUGAMANO. DYNAMIC TOWEL WORKOUT?

Sudare si suda. E se alla fine cerchi un asciugamano per porre rimedio, ce l'hai già tra le mani. Utile, semplice, riprende piede l'allenamento con l'asciugamano. E, al solito, per chi rivisita in chiave anglofona: Dynamic towel workout

L'allenamento con l'asciugamano: semplice ed efficace 

Che puntualmente si riprenda qualcosa la cui efficacia è stata provata ma dimenticata o trascurata è una verità. Prendete l'isometrica, ogni tanto torna fuori, spunta da qualche parte (e male che vada qualcuno si inventa un nome e la riprende). Lo stesso è accaduto al nostro amico post doccia, pre terme, e così via: l'asciugamano. Viene un po' da ridere a pensare che qualcuno lo abbia ribattezzato anche in inglese, ma potevamo aspettarcelo, suvvia: è il Dynamic towel workout.

Niente male eh? L'allenamento dinamico con l'asciugamano. Nel prossimo articolo vi prometto che non parleremo del rinnovato interesse per l'allenamento dinamico con le presine da cucina. Anche se sarebbe interessante.

Abbiamo sbirciato un po' in rete e nel cartaceo ed ecco che in realtà è uscito un programma di allenamento per il corpo molto strutturato, con esercizi di ginnastica mirati. In Italia il nome di Dynamic towel workout fa capo a Luca Ruggeri, laureato in scienze motorie, personal trainer e presenter internazionale della Federazione italiana fitness. 

 

LEGGI ANCHE SE L'ALLUNGAMENTO MUSCOLARE DIVENTA UN RITO

 

Alcuni esercizi con l'asciugamano

Gli esercizi si articolano in una sequenza precisa e noi ve ne proponiamo un paio per darvi un'idea di base (mi raccomando, affrontateli sempre a corpo caldo e ricordate che fanno parte di un programma più ampio, chiedete al vostro personal trainer o a voi stessi).

  • Mettiamoci in piedi, sistemiamo l'asciugamano arrotolato dietro le spalle, afferratelo sempre teso con una trazione costante, tenendolo con decisione (senza serrare di denti). Eseguiamo un affondo in avanti con la gamba sinistra e rimaniamo in posizione. Senza variare le braccia, eseguiamo una torsione del busto verso sinistra e ritorniamo alla posizione di partenza. Se ne fanno 8 ripetizioni poi si cambia gamba. I benefici dell'esercizio? Tenendo l'asciugamano si lavora la muscolatura di spalle, braccia e dorso. Gli affondi fanno lavorare i muscoli rotatori delle anche e le gambe. Andando in torsione coinvolgiamo gli addominali obliqui

Un altro assaggio?

  • Ci mettiamo in posizione supina, con le gambe sollevate verso il soffitto, piedi uniti. Dopo aver arrotolato l'asciugamano su se stesso, posizioniamo un'estremità fra i piedi e manteniamola con forza. L'altra estremità cade verso il petto e viene afferrata fra le mani. "Arrampicandoci" lungo questa sorta di fune, cioè spostando progressivamente le mani verso l'alto su di essa, contrarre gli addominali e sollevare il busto da terra, fino a quando le mani arrivano vicino ai piedi. Si resta 10 secondi in posizione di massima contrazione per poi riportare le spalle al suolo, ripercorrendo con le mani l'asciugamano-fune a ritroso. Ripetere 4 volte. Rilevante è il benessere che apportate a varie catene cinetiche con questo esercizio. Lavorano gli addominali e, in misura minore, sono sollecitati anche i muscoli di spalle e braccia. L'interno coscia è sempre attivato, per trattenere l'asciugamano fra i piedi.

Se dovesse esservi venuto un languorino di curiosità, vi informiamo che il programma completo prevede due sedute di lavoro alla settimana, con sforzo crescente e progressivo e intensificazione graduale della forza richiesta, e promette buoni risultati di definizione di tutta la figura già dopo tre settimane. 

 

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: