Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

DIETA BIOLOGICA PER ABBATTERE I PESTICIDI

L'agricoltura e i prodotti biologici ultimamente sono "sotto i riflettori" per svariate ragioni, non tutte positive purtroppo. Vi sono però alcune evidenze che correlano fortemente l'alimentazione biologica alla salute.

Non ci si deve meravigliare se i cibi di oggi - come dicono i nostri saggi anziani - "non hanno più il sapore di una volta".

Tutto è cambiato, a partire dai metodi di coltivazione, fino all'aria e all'acqua che le nostre piante utilizzano per crescere.

Questo, a cascata, ha ripercussioni su tutta la catena alimentare per giungere fino a noi. Soffermiamo la nostra attenzione oggi ai pesticidi, utilizzati nelle coltivazioni per impedire la crescita di erbe ed altri organismi infestanti che rovinerebbero le piante.

Sappiamo bene che quel che introduciamo nel nostro corpo come cibo viene in qualche modo "schedato" assimilato e smaltito, oppure immagazzinato. Anche se in quantità trascurabile come le particelle residue di pesticidi.

Ma c'è un modo per non ingerire nemmeno una dose infinitesimale di questi pesticidi? Una dieta tutta biologica consente davvero di eliminare i pesticidi dai cibi?

 

Leggi anche Alimenti biologici, come riconoscerli >>

 

Pesticidi nei cibi e dieta biologica: un esperimento italiano

Vi sono ormai studi scientifici che mostrano la correlazione tra una dieta a base di cibi biologici e la diminuzione del livello di pesticidi nelle urine.

Ricordiamo per esempio lo studio "Organic diets significantly lower children's dietary exposure to Organophosphorus Pesticides", del "lontano" 2005 pubblicato a cura del National Institute of Enviromental Health Science su "Environmental Health Perspectives". 

Un altro esperimento è stato di recente (fine 2017) effettuato anche in Italia all'interno della campagna #ipesticididentrodinoi promossa da FederBio con ISDE-Medici per l'Ambiente, Legambiente, Lipu e WWF Italia.

Una famiglia di quattro persone composta dai genitori e due figli di 7 e 9 anni ha fatto analizzare le urine dei componenti prima della dieta - dieta 100% biologica, a zero pesticidi - e dopo 15 giorni.

I risultati sono stati presentati a Roma presso il Comando Carabinieri delle Politiche Agricole: in tutti componenti della famiglia per l’80% delle sostanze chimiche analizzate si è passati da elevati livelli di contaminazione a quantità molto basse e addirittura sotto i limiti di rilevabilità, in particolar modo per alcuni degli insetticidi più utilizzati (clorpirifos e piretroidi) e per il glifosato, il controverso erbicida.

Nel dettaglio, proprio il glifosato è scomparso dalle analisi dei membri della famiglia che presentavano un’elevata contaminazione prima della dieta biologica.

A commentare questo singolo esperimento molto significativo è stata anche la dottoressa Patrizia Gentilini, medico oncologo, sottolineando che in questo modo si è “chiuso un rubinetto di veleni” e che “se mi avveleno un po’ meno alla lunga ho vantaggi per la salute”.

 

Dieta biologica per abbattere i pesticidi: perché?

Partiamo dall’inizio e vediamo alcune definizioni di cibi biologici, o meglio cibi “organici”.

Secondo la definizione di IFOAM (International Federation of Organic Agricolture Moviment): "L'agricoltura biologica comprende tutti i sistemi agricoli che promuovono la produzione di alimenti in modo socialmente ed economicamente sano; dal punto di vista ambientale essa riduce drasticamente l'impiego di fertilizzanti, pesticidi e medicinali chimici di sintesi. Al contrario, utilizza la forza delle leggi naturali per aumentare le rese e la resistenza alle malattie"

Per essere certificati come tali gli alimenti biologici (organici) devono dimostrare di avere:

> Specifiche modalità di produzione;

> assenza nel prodotto finale di sostanze estranee;

> assenza nel prodotto finale di sostanze ritenute pericolose (coloranti artificiali, aromatizzanti, ingredienti sintetici, OGM ecc.).

Non mancano certo le critiche e i detrattori dei cibi biologici, che sostengono – per esempio - che l’inquinamento atmosferico si trasferisce anche sulle colture biologiche oppure che anche in agricoltura vengono utilizzati fertilizzanti e pesticidi, sebbene di origine naturale e a zero impatto ambientale.

In ogni caso, i dati di questo esperimento e degli altri studi in corso non sono da trascurare: consumare cibi biologici consente al nostro organismo di avere a disposizione solo sostanze nutrienti e salutari e nessuna (o quasi zero) traccia di molecole potenzialmente tossiche.


Leggi anche La certificazione biologica >>

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: