Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

ALIMENTAZIONE CURATIVA

Alimentazione per la pressione alta: quali cibi assumere e quali evitare

L’alimentazione per la pressione alta, o ipertensione, deve essere povera di sodio e limitare quindi il sale, in favore dell'utilizzo di erbe aromatiche per dare sapore ai cibi. Per ottenere un giusto risultato, tuttavia, l'alimentazione corretta deve essere accompaganta da un vero e proprio cambiamento di stile di vita, e prevedere una maggiore attività fisica e l'abolizione del fumo. Scopriamola meglio. 

>  1. Che cosa è la pressione alta o ipertensione

>  2. L'alimentazione per la pressione alta

>  3. Sapevate che

Pressione alta

 

Che cosa è la pressione alta o ipertensione

Il 56% della popolazione italiana e un ventenne su cinque, soffre di ipertensione o pressione alta. 
La pressione sanguigna è la forza, la spinta, che viene esercitata dal sangue nelle arterie della circolazione sistemica. Questa pressione ha dei parametri di massima e di minima per far sì che tutto funzioni in modo corretto.

La minima a riposo va da 60 a 90 mmHg di pressione diastolica (quando il cuore si rilassa) e la massima da 100 a 140 mmHg di pressione sistolica (quando il cuore si contrae).

Quando la pressione aumenta oltre i 140 mmHg siamo in situazione di ipertensione arteriosa anche se comunque il 90-95% di questi casi è presente come forma di ipertensione primaria senza evidenti cause mediche.

Perché allora fare attenzione all’ipertensione? Perché questa condizione è un fattore di rischio per ictus, infarto, insufficienza cardiaca e aneurismi.

 

Alimentazione per la pressione alta

Cambiamenti nella dieta e nello stile di vita, come riduzione dei chili in eccesso, aumento dell’attività fisica ed astensione dal fumo, portano ottimi benefici alla salute e al controllo della pressione arteriosa.

Il primo consiglio alimentare che viene sempre dato è di ridurre il contenuto di sodio nei nostri piatti, ovvero di limitare il sale. Questo non soltanto significa evitare piatti pronti surgelati ma anche stare attenti in cucina alla preparazione dei cibi.

Per insaporire e migliorare al contempo i nostri piatti possiamo usare sali integrali, che sono ricchi di molti altri minerali e inoltre le meravigliose erbe aromatiche: rosmarino, salvia, menta, origano, melissa, timo, santoreggia, alloro, dragoncello, erba cipollina... e perché non divertirci a imparare ad utilizzare le infinite spezie del mondo!

Vanno rigorosamente evitati i salumi e gli insaccati compresi quelli di pesce essendo “carni” molto salate e stagionate quindi ancora più concentrate o ad essere ricche anche di grassi animali. La limitazione si estende ai prodotti in scatola come i legumi e il mais che posso contenere aggiunte di sale e correttori, per i quali si consiglia una lettura attenta dell’etichetta.

Vengono esclusi dalla dieta anche alcolici e superalcolici. Studi scientifiche hanno evidenziato la loro attività a sfavore della pressione sia sistolica che diastolica.

Ultima avvertenza: i formaggi, soprattutto stagionati, primi tra tutti il taleggio e il grana, con un contenuto di sale più di 700 mmg in 100 gr di prodotto. Inoltre i formaggi grassi sono da evitare ed è quindi meglio scegliere quelli più freschi.

Per quanto riguarda le preparazioni in cucina sono da controllare le fritture e gli arrosti sostituendo con modalità più semplici e salutari come la cottura a vapore o ai ferri stando attenti a non annerire il cibo visto la produzione di sostanze cancerogene nelle parti bruciate.

 

I sintomi, le cause e i rimedi naturali contro l'ipertensione

Ipertensione arteriosa

 

Sapevate che

Una buona notizia c’è per chi ha la pressione alta, ed è quella di poter mangiare il cioccolato fondente! Senza abbuffate esagerate, inel cioccolato fondente troviamo i flavonoidi, che sono capaci di tenere distesi i vasi sanguigni e abbassare di conseguenza la pressione del sangue. I flavonoidi li troviamo anche nella frutta e nella verdura colorata.

Infine un buon consiglio è quello di aumentare il consumo di cibi contenenti potassio, capace di mantenere in salute l’apparato cardiovascolare. I cibi più ricchi di potassio sono prezzemolo, basilico, pomodori, radicchio rosso, aglio, bieta, broccoli, carciofi, cavoli, funghi, patate, spinaci, fagioli freschi, ceci, lenticchie, rucola, banane, albicocche, prugne, pesche, uva, ciliegie, fichi, melone, kiwi e la frutta secca. Insieme al potassio sono utili il magnesio ed il calcio, capaci anch’essi di ridurre e controllare la pressione arteriosa.

Recenti studi si sottolineano la presenza di grassi trans, presenti nelle margarine, e grassi e oli parzialmente o totalmente idrogenati; per controllare l'assunzione di tali sostanze è necessario imparare a leggere bene le etichette dei prodotti commerciali, potendo così prendere consapevolmente scelte critiche e salutari al momento di fare la nostra spesa quotidiana.

Conclusione: sì a una dieta ricca di frutta e verdura, cereali integrali o semi-integrali, semi oleosi e legumi di tutte le varietà e tipologie.

 

I rimedi naturali per la pressione alta

 

Altri articoli sull'alimentazione per la pressione alta:

>  L'uso del sale in cucina

>  La dieta per la pressione alta

>  La dieta e l'ipertensione

Sbalzi di pressione: cause, prevenzione e rischi

10 alimenti per la pressione alta

Pressione alta e giramenti di testa: cosa evitare

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy