Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
Seminari Bologna

I 5 RITI TIBETANI E I 10 RITI HIMALAYANI

Dal 17/05/2014 al 18/05/2014

Indirizzo: via Zucchini, 8d

Email contatto: centronamaskar@gmail.com

Di Centro Namaskar Asd - yoga e pranayma tibetani, tai chi e chi kung, meditazione, pilates,ashtanga yoga, insegnante yoga, taiji, pilates, qi gong, meditazione, kung fu in Yoga

Costo: € 30,00 per giornata (inclusa tessera associativa)

Date e orari

26 aprile 2014 ore 10.15-13

A chi si rivolge

tutti, anche se aiuterà avere già qualche conoscenza del buddhismo tibetano e delle pratiche preliminari

Descrizione e Programma

I 5 riti tibetani e i 10 riti himalayani
I 5 riti tibetani e i 10 riti himalayani (2 sequenze chiave per la salute)
Seminario di approfondimento sui cinque riti tibetani : dagli esercizi del libro alla sequenza sul respiro secondo la tradizione dello yoga tibetano 18 maggio 2014 i riti tibetani sono una serie di esercizi ( riconducibili allo yoga tibetano) che servono essenzialmente per accrescere la salute psicofisica e la longevità (kalpa yoga) e che canalizzando l’energia intorno ai centri energetici del corpo (chakra) preparano la meditazione. alcuni di questi riti furono divulgati per la prima volta da peter kelder nel suo libro "i cinque tibetani".le varie edizioni del libro riportano anche in appendice lettere di testimonianza da parte dei lettori che praticando i riti quotidianamente (la pratica completa richiede pochi minuti) affermano di aver ottenuto da essi innumerevoli benefici, dalla ricrescita dei capelli al miglioramento di vista, memoria, ringiovanimento ormonale, elasticità, energia in generale.
facili da apprender anche da chi non ha specifiche conoscenze di yoga. il centro namaskar organizza un seminario di teoria e pratica approfondita su questi esercizi di grande valore per la salute di modo che chi è interessato possa praticarli giornalmente e verificare su di sé i loro effetti. nel corso del seminario si apprenderà come praticare i riti tibetani in un'unica sequenza ininterrotta sempre abbinata col respiro, che costituisce invece la caratteristica essenziale nello yoga tibetano e la principale carenza nella descrizione dei riti nel libro; inoltre conosceremo alcune pratiche preliminari essenziali per accrescere i benefici della pratica: il saluto con le prostrazioni, le nove respirazioni di purificazione dei tre principali canali energetici, il pranayama quadrato per rendere la respirazione più estesa, lenta e profonda, e infine la sonorizzazione del mantra nelle varie parti del corpo.
si consiglia di portare un telo da distendere sul tappetino (o il proprio tappetino), e delle ciabatte. l'opuscolo di 32 pagine in cui peter kelder divulgò i cinque riti fu stampato per la prima volta nel 1939 con il titolo "the eye of revelation". in esso kelder racconta di essere venuto a conoscenza dei riti da un colonnello in pensione dell'esercito britannico, il quale avrebbe scoperto un misterioso e remoto monastero nella regione himalayana i cui monaci erano a conoscenza del segreto della "fonte dell'eterna giovinezza". il segreto consisterebbe nella pratica quotidiana di cinque esercizi (detti "riti"), i quali vengono descritti nel libro insieme ad alcuni altri brevi insegnamenti circa l'alimentazione e lo stile di vita. dopo un paio di ristampe il libretto cadde nell'oblio, per essere poi riportato in grande voga a partire dalla metà degli anni '80, prima nei paesi di lingua inglese e tedesca, quindi anche in italia e negli altri paesi occidentali. oggi si calcola che "i cinque tibetani" abbia venduto oltre 5 milioni di copie nei paesi di lingua tedesca e oltre 2 milioni in quelli anglofoni. nel catalogo delle edizioni mediterranee, che ne pubblicano l'edizione in lingua italiana, costituisce il titolo più venduto.
2) i 10 riti himalayani x la salute secondo i testi antichi del tantrismo medioevale indiano; seminario sulla sequenza delle 10 asana fondamentali per la salute da praticare tutti i giorni secondo le indicazioni di alcuni dei più grandi maestri di yoga e secondo alcuni testi classici 17 maggio 2014
alcuni grandi maestri (tra cui in particolare il santo swami shivananda e shri krishnamacharya, l’originatore dello yoga moderno così come è stato poi diffuso in alcuni degli stili più famosi oggi giorno, come l’iyengar yoga, i’ashtanga vinyasa yoga di pattabhi jois e il viniyoga di desikachar) hanno identificato tra le 84 asana classiche della tradizione quelle fondamentali che servono a mantenere il corpo in salute. questi esercizi sono state incorporati poi in delle sequenze che una volta apprese possono essere praticate con facilità e con poco tempo tutti i giorni, di modo da rifornirci quotidianamente della salute e dell’energia di cui abbiamo bisogno. lo scopo del seminario è apprendere questa sequenza di modo da poterla poi incorporare nella nostra pratica quotidiana.queste asana sono descritte principalmente in un testo antico che si chiama hatha yoga pradipika.
compilato dallo yogin swatmarama nel 14° secolo e risalente alla tradizione tantrica dei nathayogin è considerato da tutti gli studiosi il testo più importante tra quelli che descrivono dettagliatamente le varie pratiche yoga. e’ diviso in 390 versi disposti in 4 capitoli (esistono varianti a 5 e 10 capitoli). il primo capitolo tratta dei prerequisiti dello yoga (dieta e condotta: yama e niyama) e delle asana fondamentali. il secondo capitolo tratta delle 7 tecniche di purificazione corporee ( kriya e nadi shuddi) e degli 8 pranayama. il terzo capitolo tratta dei 10 mudra e dei 3 bandha, della fisiologia esoterica del corpo e del risveglio della kundalini. il quarto capitolo è relativo al nada yoga e al raja yoga (yoga regale basato sulle esperienze avanzate delle pratiche meditative).
durante il seminario studieremo e praticheremo insieme le varie asana secondo le indicazioni del testo, integrando la pratica con la respirazione e i bandha appropriati.